il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

“No-Biometano”

 

Da Uff. Stampa

Nella seduta della Conferenza dei Sindaci, del giorno 19 dicembre 2016,tenutasi a Padula presso la sede della Comunità Montana Vallo di Diano, è stata affrontata,a seguito della richiesta prot. n° 2016/5348 del 15/12/2016 da parte del Comitato “No-Biometano”di Sant’Arsenio, la problematica riguardante l’insediamento di un impianto di digestione anaerobica della frazione organica con produzione di bio-metano da ubicare in località Fosse del Mulino- Sant’Arsenio per il trattamento di 60.000t/anno di FORSU, su un’area di 25.445,66 mq. a ridosso del Centro Urbano e a pochi metri da un Centro Commerciale.

Dopo aver ascoltato il Presidente, arch. Raffaele Accetta,che, nel ripercorrere quanto fatto,negli ultimi due anni dalla Comunità Montana,per un impianto simile di digestione anaerobica per la valorizzazione energetica del FORSU,previa delega dei comuni,ha dato lettura della nota ricevuta e ha confrontato i dati in essa contenuti con l’impianto progettato e condiviso dai Sindaci, da ubicare in un lotto nell’area PIP di Sala Consilina  avente dimensioni inferiori per il trattamento di 20.000t/anno.

I Sindaci,dopo un’ampia e approfondita disamina degli atti a confronto,esprimendo rammarico e delusione per la scelta fatta autonomamente dal Comune di Sant’Arsenio,hanno ribadito e confermato che la soluzione, scelta in precedenza, di un impianto dimensionato per le sole esigenze del Vallo di Diano fosse quella più opportuna anche in attesa della costituzione del nuovo ATO per la gestione dei rifiuti della provincia di Salerno e il riconoscimento del SAD del Vallo di Diano.

Tale scelta, maturata a seguito di approfondimenti e valutazioni tecniche molto dettagliate,è stata assunta in diversi incontri dai Sindaci e validata dalla Comunità Montana con l’approvazione di un progetto finalizzato a recuperare un finanziamento del Patto Territoriale Vallo di Diano & Bussento su specifica delega ricevuta dai Comuni del Comprensorio.

Pertanto, a conclusione della discussione,si conferisce mandato al Presidente di:

  1. Comunicare tale decisione al costituito Comitato “No-Biometano” di Sant’Arsenio;
  2. Predisporre un atto deliberativo, da far adottare a tutti i comuni, nel quale si esprime la contrarietà per un impianto con capacità superiore alle esigenze della popolazione del Vallo di Diano e fare voti al Commissario Prefettizio di sospendere, per autotutela, il provvedimento di concessione dei lotti in attesa dell’insediamento del nuovo Consiglio Comunale;
  3. Concedere il patrocinio dell’Ente a tutte le attività che si attiveranno, al fine di tutelare il territorio da eventuali insediamenti che possano compromettere la salubrità,lo sviluppo compatibile con la sua naturale vocazione,agricola,ambientale e turistica.

 

Padula 22/12/2016

                                                                                                                      F.to  Il Presidente

                                                                                                                  arch. Raffaele Accetta

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.