il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

AL VIA LE SINERGIE TRA LA BANCA DEL CILENTO E L’ORDINE DEI COMMERCIALISTI DI SALA CONSILINA:FIRMATA LA CONVENZIONE

 

Da Antonio Sica

 

VALLO della LUCANIA – Una serie di condizioni economiche agevolate, offerte dalla Banca del Cilento, di Sassano e Vallo di Diano e della Lucania a tutti gli iscritti dell’Ordine dei Commercialisti di Sala Consilina e ai dipendenti dei loro studi, estendibili in molti casi anche ai loro clienti, e relative alle diverse casistiche delle quali la categoria potrebbe necessitare. È questo in sintesi il “cuore” della convenzione firmata a Sala Consilina dal direttore generale della Banca del Cilento Ciro Solimeno e dal presidente dell’Ordine dei Commercialisti di Sala Consilina Nunzio Ritorto, alla presenza tra gli altri dei rispettivi vicepresidenti Rosa Lefante e Gaetano Romanelli. L’accordo prevede condizioni particolarmente favorevoli per i conti correnti degli iscritti all’Ordine dei Commercialisti di Sala Consilina, ma anche la concessione a titolo gratuito del POS, facilitazioni per mutui per casa o studio a tassi particolarmente bassi e anche per polizze professionali.

Cominciano così a concretizzarsi le “affinità elettive” tra l’Istituto di Credito con sede a Vallo della Lucania e l’Ordine dei Commercialisti di Sala Consilina che, pur mantenendo la sede nel Vallo di Diano ed il nome inalterato, a seguito della soppressione del Tribunale di Sala Consilina ha assorbito molti professionisti che prima erano iscritti all’Ordine di Potenza. Il nuovo Ordine dei Commercialisti di Sala Consilina comprende tutta la competenza del Tribunale di Lagonegro, e quindi la Basilicata del sud e la dorsale sinnica fino ai confini con Matera. Un’area dove numerose sono le filiali della Banca del Cilento, grazie alla fusione effettuata qualche anno fa con la BCC Lucania Sud.

La convenzione rappresenta un primo step delle attività comuni messe in cantiere, che riguarderanno anche il settore della formazione e della cultura. Il primo appuntamento pubblico ufficiale che vedrà impegnati insieme la Banca del Cilento e l’Ordine dei Commercialisti di Sala Consilina sarà il convegno dal titolo “La Riforma del Fondo Centrale di Garanzia. La filiera a Sostegno della Imprenditoria del Territorio”, in programma il prossimo 1 dicembre alle ore 16:00 presso l’Auditorium Comunale di Sant’Arsenio.

“Abbiamo ritenuto assolutamente prioritario concludere un accordo con professionisti così importanti nella filiera con gli istituti di credito e nell’assistenza ai clienti –ha affermato il direttore generale della Banca del Cilento Ciro Solimeno- perché in particolare due terzi del territorio della Banca del Cilento sono coperti dall’Ordine dei Commercialisti di Sala Consilina. Le agevolazioni che abbiamo concordato partono dal semplice conto corrente per passare alle carte di credito e a tutte le forme di affidamento delle quali i Commercialisti possono usufruire presso il sistema bancario. Come Banca del territorio – ha concluso Solimeno- abbiamo voluto spingere al massimo livello le relazioni e le possibili sinergie, anche di carattere sociale, che possono derivare da questo accordo”.

“Con la Banca del Cilento –ha spiegato il presidente dell’Ordine dei Commercialisti di Sala Consilina Nunzio Ritorto- abbiamo numerose sinergie, prima di tutto territoriali. Si tratta infatti dell’Istituto di Credito che ha il maggior numero di filiali nelle nostre aree di riferimento: non solo nel Vallo di Diano ma anche in Basilicata e nei comuni della provincia di Potenza, dove ci sono colleghi iscritti al nostro Ordine. In particolare nell’area che, partendo da Lagonegro e Lauria, abbraccia diversi comuni fino ad arrivare a Francavilla. Un’altra sinergia che ci avvicina –ha sottolineato Ritorto- è il percorso comune che abbiamo deciso di intraprendere in aiuto delle micro-imprese territoriali, che sono allo stesso tempo clienti dei nostri studi e clienti della Banca del Cilento”.

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.