il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

BMTA: 21 anni di storia

La redazione
PAESTUM – La XXI Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico si svolgerà da giovedì 15 a domenica 18 novembre 2018 a Paestum: per migliorare i servizi a espositori e visitatori, per la XXI edizione la location per il Salone Espositivo e il Programma Conferenze sarà il Centro Espositivo del Savoy Hotel, a soli 2 km dal Parco Archeologico, dal Museo e dalla Basilica, dove avranno luogo le altre sezioni (ArcheoExperience, ArcheoLavoro, la Mostra ArcheoVirtual, le Visite Guidate, il Workshop ENIT e AIDT).
Un format di successo testimoniato dalle prestigiose collaborazioni di organismi internazionali quali UNESCO e UNWTO oltre che da 12.000 visitatori, 120 espositori di cui 25 Paesi esteri, circa 50 tre conferenze e incontri, 300 relatori, 120 operatori dell’offerta, 100 giornalisti accreditati.

20 ANNI DI PAESTUM QUALE SITO UNESCO
Venerdì 16 novembre, celebrazione del 20° Anniversario dell’iscrizione nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO dell’area archeologica di Paestum alla presenza di Irina Bokova già Direttore Generale UNESCO, Mounir Bouchenaki Consigliere Speciale del Direttore Generale UNESCO, Salvatore Micillo Sottosegretario all’Ambiente e alla Tutela del Territorio e del Mare, Taleb Rifai già Segretario Generale UNWTO.

GEMELLAGGIO TRA PAESTUM E PALMIRA
Venerdì 16 novembre, alla presenza di una delegazione siriana, tra cui Talal al-Barazi Governatore di Homs, Nabil Moussa Presidente Palmyra City Council e Mohamad Saleh Ultimo Direttore per il Turismo di Palmira, per suggellare il legame con la “Sposa del Deserto” che tornerà fruibile dal 2019, come da poco annunciato dai media.

IL DIALOGO INTERCULTURALE VALORE UNIVERSALE DELLE IDENTITÀ E DEL PATRIMONIO CULTURALE
#pernondimenticare il Museo del Bardo, 18 marzo 2015 e #unite4heritage for Palmyra
Venerdì 16 novembre, con Moncef Ben Moussa Direttore del Museo del Bardo di Tunisi all’epoca dell’attentato del marzo 2015 (attuale Direttore per lo Sviluppo dei Musei), Irina Bokova già Direttore Generale UNESCO, Mounir Bouchenaki Consigliere Speciale del Direttore Generale UNESCO e Taleb Rifai già Segretario Generale UNWTO.

LA 4a EDIZIONE DELL’INTERNATIONAL ARCHAEOLOGICAL DISCOVERY AWARD “KHALED-AL ASAAD”
Venerdì 16 novembre, la consegna del Premio alla scoperta archeologica più significativa del 2017, alla presenza di Omar Asaad, figlio dell’archeologo di Palmira che ha pagato con la vita la difesa del patrimonio culturale.

GLI INCONTRI DEDICATI AI SITI ARCHEOLOGICI DEL MONDO E AI SUOI PROTAGONISTI

Sabato 17 novembre: Rüstem Aslan Responsabile dell’area archeologica di Troia, Dan Bahat per decenni l’archeologo ufficiale di Gerusalemme, Marie Bardisa Conservatrice Grotta di Chauvet, Azedine Beschaouch Segretario Scientifico del Comitato Internazionale di Coordinamento per la Salvaguardia e lo Sviluppo di Angkor – Cambogia, Paolo Matthiae che portò alla luce l’antica città di Ebla in Siria, Alfonsina Russo Direttore del Parco Archeologico del Colosseo.

WORKSHOP CON I BUYER ESTERI SELEZIONATI DALL’ENITI E NAZIONALI DELL’AIDIT
Sabato 17 novembre dalle ore 10 alle 18 presso il Museo Archeologico Nazionale si svolgerà il Workshop della Borsa, l’unico incontro al mondo tra domanda e offerta dedicato al turismo archeologico, che si arricchirà dei buyer nazionali associati dell’AIDIT Associazione Italiana Distribuzione Turistica di Federturismo Confindustria, oltre a quelli europei selezionati dall’ENIT provenienti da 8 Paesi (Austria, Belgio, Francia, Germania, Gran Bretagna, Olanda, Spagna, Svizzera).
Per info: http://www.borsaturismoarcheologico.it/workshop/

MOSTRA E WORKSHOP ARCHEOVIRTUAL
La sezione dedicata alle tecnologie multimediali, interattive e virtuali applicate all’archeologia, in collaborazione con CNR ITABC Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali, presenterà lo stato dell’arte del digitale nei musei archeologici a cura della Direzione Generale Musei del MiBAC.

IL SALONE ESPOSITIVO DELLA XXI EDIZIONE
L’unico Salone espositivo al mondo dedicato al patrimonio archeologico con la presenza di Istituzioni, Enti, Paesi Esteri, Regioni, Organizzazioni di Categoria, Associazioni Professionali e Culturali, Aziende e Consorzi Turistici. Previsti espositori provenienti da diverse regioni italiane: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Sardegna, Sicilia. Inoltre, a livello internazionale, da segnalare la presenza per la prima volta del Pakistan e il forte interesse della penisola balcanica con Albania, Croazia, Montenegro, Serbia, Slovenia.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.