il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

LA SCUOLA DI TEATRO DI MERCATO SAN SEVERINO CRESCERE INSIEME COMBATTE IL CORONAVIRUS CON L’ARTE CHE VINCE SEMPRE SU TUTTO.

da CLEMENTINA LEONE

Il teatro è la prima forma di comunicazione delle emozioni e per questo, una delle più efficaci sfumature  dell’arte che l’uomo si sia dato nel corso della sua storia. Durante le improvvisazioni teatrali si sperimentano situazioni e stati d’animo mai esperiti nella vita quotidiana, e talvolta avviene la scoperta di una possibilità di comportamento nuovo che crea stupore e meraviglia. Il fatto è che, se noi proviamo un’emozione, se viviamo intensamente (nella realtà immaginaria della scena) un’esperienza nuova, questa entra a far parte del nostro bagaglio esperenziale di vita così come se l’avessimo vissuta nella realtà quotidiana. Il punto è che se siamo capaci di gioire nella vita lo saremo anche nel teatro e viceversa. Sempre l’arte come la cultura in generale , anche in questo periodo di crisi per l’emergenza Sanitaria causata dal Coronavirus , dove anche le scuole di teatro sono chiuse da alcuni giorni, e per questo saremo costretti  a fare a meno a lungo degli spettacoli dal vivo (e dei musei, delle librerie e delle biblioteche, e dello sport… oltre che di scuole e università) stanno provando a reagire. Sono decine e decine le iniziative lanciate in questi giorni on line con audio – video e foto dalle stesse come quelle della scuola di teatro  di Mercato San Severino ” Crescere Insieme con il Teatro” di Rosa Santoro, Alfonsina della Rocca e della regista Clotilde Grisolia. Questa é la dimostrazione che la voglia di reagire e di fare, unita al desiderio di normalità anche in un momento di eccezionale gravità , é tantissima. Infatti,  sebbene siano

stati tanti gli impegni saltati presi dalla scuola di teatro Crescere Insieme,  gli stessi,  fortunatamente
dovrebbero riprendere da giugno in poi . Infatti, al Castello di Mercato San Severino , per la rassegna Fiabe al castello il gruppo adolescenti avrebbe dovuto fare Il principe senza paura”, tale rassegna dovrebbe riprendere in giugno e proseguire fino a settembre /ottobre.Stessa cosa per matine’ nelle scuole per il progetto Io leggo perchè e per il maggio dei libri con lo spettacolo teatrale dedicato a Gianni Rodari “Il vestito nuovo dell’imperatore”. Inoltre, tale spettacolo era stato selezionato per il Festival Teatrale Europeo di teatro ragazzi di Marano sul Panaro (MO) e al Festival di Udine, che ovviamente sono stati rimandati. Comunque, in ogni caso tale spettacolo sará presentato ad altri festival. Il cortometraggio sull’integrazione con un tema sociale importantissimo invece, verra’ presentato in giugno al Salerno in Cortocircuito, festival di cortometraggi sul sociale.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.