il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

MONTECORVINO PUGLIANO: PRIMO CONSIGLIO IN VIDEOCONFERENZA “SIMULATA”

La redazione

Domenico Di Giorgio

MONTECORVINO P. – Si è tenuto a M. Pugliano nella giornata di ieri, 29 aprile alle ore 19:00, il primo Consiglio Comunale in modalità “videoconferenza”, con tanto di prove tecniche fatte nei giorni scorsi per testare i collegamenti sulla piattaforma individuata per l’evento, peccato che la prevalenza dei Consiglieri di maggioranza fossero disseminati nelle varie stanze della casa Comunale a simulare la videoconferenza, senza nemmeno rendersi conto della scarsa serietà con la quale si sono affrontate le nuove disposizioni imposte in tal senso, anzi al richiamo ripetuto fatto dai consiglieri di minoranza in merito, il capogruppo di maggioranza Sara Vota, che passava nel mentre, da una postazione all’altra, ha redarguito gli stessi richiamandoli alla gravità del momento…dimenticando in un sol colpo che era stata lei stessa a sottolinerare in conferenza dei capigruppo l’assoluta necessità di rimanere tutti a casa.

 

Che dire, ci stiamo abituando sempre di più ogni giorno a questo modo di rappresentare la funzione istituzionale di quest’amministrazione, che al netto degli effetti scenici, ieri ha provveduto ad approvare le nuove aliquote IMU, con l’introduzione di una nuova categoria da tassare, quella dei cosiddetti “Beni Merce”, riferita agli immobili inveduti del mercato edilizio,  con aliquote  rigorosamente al massimo di legge; inoltre si è poi provveduto ad approvare la vendita del diritto di superfice per 99 anni del terreno adiacente lo stadio comunale sul quale è istallato un ripetitore  per la rete di telefonia mobile, rinunciando cosi, al rinnovo della locazione dell’area, che da sola avrebbe garantito per i prossimi 5 anni l’importo stabilito  nella cessione, con buona pace di ogni possibilità per l’Ente in futuro di procedere all’eventuale adeguamento ed abilitazione dello stadio alle categorie superiori, ovviamente il tutto è stato approvato con il nostro categorico voto contrario.

 

C’e da dire però, in alternativa, si è provveduto  ad approvare il “Differimento dei termini per i Tributi Comunali” al 30 giugno 2020, della serie: va bè che vi abbiamo aumentato le tasse, ma in compenso cominciate a pagarle da luglio 2020…”

 

 

 

Il Gruppo Consiliare

 

Stabile Renato

Di Giorgio Domenico

Nardiello Silvana

Sproviero Francesca

Pagano Antoinio

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.