il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

SPAGHETTI CON CIPOLLA DI VATOLLA

 

Siamo arrivati a  Perdifumo“pes de flumine”, ossia “ai piedi del fiume” , nel cuore del Cilento, e ci imbattiamo nella fontana pubblica di Giacomo Guindacio, monumentale Fontana del paese costruita nel 1500.

Più in avanti ci soffermiamo a fare due chiacchiere  con un turista…parliamo del monastero, possedimento cilentano della Badia di Cava; intanto la  macchina fotografica  riprende luoghi e strade di questo paesino richiamando alla memoria l’antico Cilento!!

Pian piano proseguiamo verso Vatolla. uno dei pochi paesi immersi in una vasta area verde formata da castagni, olivi e macchia mediterranea, proprio di fronte al fiume Alento. Giunti al borgo medievale, passeggiamo tra i suoi vicoli tortuosi e le stradine che attraversano il borgo nella sua interezza…in pieno centro storico ci imbattiamo nel castello che ospitò Gianbattistista Vico ,  oggi sede del Museo Vichiano!

Un paesano ci mostra la pianta sotto la quale il filosofo amava riposare, leggere e meditare.. il cosiddetto ulivo del Vico. È d’obbligo uno scatto fotografico,  un racconto, un detto…ed ecco che arriviamo a casa di comare Cenzina che oggi ci ospita e ci propone lo spaghetto con la cipolla di Vatolla..!

Vatolla, da sempre famosa per la coltivazione e la produzione della cipolla, un cipolla unica, dalla forma  affussolata o a “trottola” e dal sapore dolce!!

Il seme viene piantato verso metà gennaio e il raccolto avviene tra giugno e luglio…

Questa cipolla è un elemento del patrimonio della biodiversità del Cilento, ed è un ingrediente storico della dieta mediterranea.

 

Ingredienti: (per 4 persone)

400 gr spaghetti di Gragnano

500 gr. Cipolla di Vatolla

6 pomodorini

1 punta di peperoncino

Brodo vegetale q.b.

Olio e.v.o. del Cilento

Sale – pepe prezzemolo

Parmigiano reggiano q.b.

Procedimento:

Eliminare la prima parte esterna delle cipolle e tagliarle finemente.

In una casseruola scaldare l’olio ed unire la cipolla; quindi cuocere a fuoco dolce per circa 20 minuti, aggiungendo di tanto in tanto piccole quantità di brodo vegetale caldo, facendo, in tal modo, appassire totalmente la cipolla..!

A questo punto, spegnere il fuoco, aggiungere una punta di peperoncino e infine, il sale.

Tagliare i pomodorini a metà, eliminando l’acqua di vegetazione, e versarli nella padella assieme alla cipolla e a un po’ di brodo…

Aggiungere gli spaghetti cotti al dente, quindi saltarli in padella a fuoco vivace per un paio di minuti, unendo una manciata di parmigiano e una manciata di prezzemolo fresco il piatto è servito!!

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.