il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Elezioni regionali: nella città del lavoro trionfa Giacomo Rosa

 

Da: (il direttore ed editore di testata www.communicationprogram.tv

dr raffaele greco)

Dr. Giacomo Rosa

A Battipaglia Giacomo Rosa riempie Piazza della Madonnina  e si lancia verso il trionfo della campagna elettorale. In una città sociologicamente dinamica ma altrettanto mutabile il cui passato fa da contrasto con il presente e il futuro, Giacomo Rosa ha aperto l’argomento sicurezza stradale dove il candidato ha dichiarato fondamentale il ruolo delle scuole e dell’aci per la risoluzione del problema. Anche a Battipaglia, Giacomo Rosa ha sottolineato che la sicurezza è un problema serio ed è inutile strumentalizzare il sostantivo relegandolo a destra e a sinistra.

“Bisogna diffondere una cultura del codice della strada quando si guida” ha stigmatizzato l’ex Sindaco di Contursi Terme. E ha introdotto il concetto di sicurezza aziendale: “Gli imprenditori, le aziende vanno tutelate, come la tutela deve essere adottata anche nei confronti degli artigiani e del dipendente”. E’ necessario contrastare il fenomeno dei furti negli appartamenti, che secondo il candidato della Lista Liberademocratici Moderati è una cosa indegna. Anche a Battipaglia, Giacomo Rosa ha posto l’accento sull’operato delle forze dell’ordine sia per quanto riguarda il fenomeno dei furti, e sia per altri situazioni che distutbano il quiete vivere. Pertanto ha precisato che gli uomini delle forze dell’ordine debbano lavorare in una condizione di serenità e, soprattutto, devono essere tutelati. Di conseguenza ha rafforzato il suo concetto dichiarando alla platea: “Non è possibile che oggi per arrestare un  delinquente, le forze dell’ordine devono stare attenti per come si devono comportare. Non è possibile che, un pubblico ufficiale delle forze dell’ordine debba chiedere il permesso ad un delinquente: “Scusate vi possiamo arrestare ?”,  un delinquente deve essere arrestato con modi garbati ma sicuramente con modi fermi e decisi”. Successivamente l’argomento del fenomeno dell’emigrazione, ricordando che l’Italia è una nazione legata a forti valori cattolici, a valori democratici, e pertanto ha puntualizzato di aiutare i più deboli, chi è in difficoltà ma nel contempo ha sostenuto che l’Italia non può accogliere tutti. “I clandesitini – ha precisato – devono ritornare nel loro paese di origine, perchè dietro i clandestini si nasconde la delinquenza fonte di disordine nelle nostre città. E quindi, noi dobbiamo svolgere il ruolo di sentinelle del territorio per tutelare le nostre aree”. Giacomo Rosa con incisività ha trattato l’argomento della sanità in Campania. Per il candidato della Lista Liberademocratici Moderati con De Luca Presidente, è necessario utilizzare i fondi del Mes, ossia 3 miliardi, per poter potenziare le strutture ospedaliere pubbliche e private della regione campania e della provincia di Salerno. E a tal proposito ha elogiato tutti i medici e i paramedici, farmacisti, operatori sanitari e farmacisti per il loro ottimo lavoro compiuto durante la fase covid, superata grazie alla loro bravura.

“Dobbiamo impegnarci a far riaprire l’ospedale di Agropoli affinchè ci siano maggiori servizi per il cittadino “. Il problema dell’ambiente non poteva mancare nel decisivo intervento elettorale di Giacomo Rosa. La necessità di salvaguardare l’ambiente è tra i primi punti della sua agenda, come candidato alla regione campania. E in tal caso ha precisato al pubblico: “Ho parlato con il Presidente De Luca della questione del depuratore di Belvedere affinchè non vengano sversati nel fiume prodotti inquinanti.

E quindi dobbiamo collaborare, – ha dichiarato Giacomo Rosa mentre il pubblico applaudiva – con le associazioni, le istituzioni e quindi il Comune. E a tal proposito voglio ringraziare il Sindaco Dott.ssa Cecilia Francese per averci ospitato a Battipaglia in Piazza della Madonnina e concesso la piazza, perchè un vero consigliere regionale non è nè di destra nè di sinistra, ma è di tutti, e quando viene eletto dovrà fare l’interesse del territorio”. E nelle sue conclusioni, ha posto in essere la tutela delle aree interne evitando lo spopolamento di alcuni piccoli comuni, cercando di creare numero servizi affinchè la popolazione possa vivere in modo civile.

E quindi la linea ferroviaria Eboli-Calitri- Pescopagano- Melfi serve ad attrezzare le aree interne anche ai fini commerciali per legare il tirreno all’Adriatico. Forte è stato lo scroscio finale per queste ultime tematiche, tra cui il depuratore di Belvedere. Applausi che sicuramente porteranno trionfante Giacomo Rosa in Consiglio Regionale.

Da: (il direttore ed editore di testata www.communicationprogram.tv

dr raffaele greco)

A Battipaglia Giacomo Rosa riempie Piazza della Madonnina  e si lancia verso il trionfo della campagna elettorale. In una città sociologicamente dinamica ma altrettanto mutabile il cui passato fa da contrasto con il presente e il futuro, Giacomo Rosa ha aperto l’argomento sicurezza stradale dove il candidato ha dichiarato fondamentale il ruolo delle scuole e dell’aci per la risoluzione del problema. Anche a Battipaglia, Giacomo Rosa ha sottolineato che la sicurezza è un problema serio ed è inutile strumentalizzare il sostantivo relegandolo a destra e a sinistra.

“Bisogna diffondere una cultura del codice della strada quando si guida” ha stigmatizzato l’ex Sindaco di Contursi Terme. E ha introdotto il concetto di sicurezza aziendale: “Gli imprenditori, le aziende vanno tutelate, come la tutela deve essere adottata anche nei confronti degli artigiani e del dipendente”. E’ necessario contrastare il fenomeno dei furti negli appartamenti, che secondo il candidato della Lista Liberademocratici Moderati è una cosa indegna. Anche a Battipaglia, Giacomo Rosa ha posto l’accento sull’operato delle forze dell’ordine sia per quanto riguarda il fenomeno dei furti, e sia per altri situazioni che distutbano il quiete vivere. Pertanto ha precisato che gli uomini delle forze dell’ordine debbano lavorare in una condizione di serenità e, soprattutto, devono essere tutelati. Di conseguenza ha rafforzato il suo concetto dichiarando alla platea: “Non è possibile che oggi per arrestare un  delinquente, le forze dell’ordine devono stare attenti per come si devono comportare. Non è possibile che, un pubblico ufficiale delle forze dell’ordine debba chiedere il permesso ad un delinquente: “Scusate vi possiamo arrestare ?”,  un delinquente deve essere arrestato con modi garbati ma sicuramente con modi fermi e decisi”. Successivamente l’argomento del fenomeno dell’emigrazione, ricordando che l’Italia è una nazione legata a forti valori cattolici, a valori democratici, e pertanto ha puntualizzato di aiutare i più deboli, chi è in difficoltà ma nel contempo ha sostenuto che l’Italia non può accogliere tutti. “I clandesitini – ha precisato – devono ritornare nel loro paese di origine, perchè dietro i clandestini si nasconde la delinquenza fonte di disordine nelle nostre città. E quindi, noi dobbiamo svolgere il ruolo di sentinelle del territorio per tutelare le nostre aree”. Giacomo Rosa con incisività ha trattato l’argomento della sanità in Campania. Per il candidato della Lista Liberademocratici Moderati con De Luca Presidente, è necessario utilizzare i fondi del Mes, ossia 3 miliardi, per poter potenziare le strutture ospedaliere pubbliche e private della regione campania e della provincia di Salerno. E a tal proposito ha elogiato tutti i medici e i paramedici, farmacisti, operatori sanitari e farmacisti per il loro ottimo lavoro compiuto durante la fase covid, superata grazie alla loro bravura.

“Dobbiamo impegnarci a far riaprire l’ospedale di Agropoli affinchè ci siano maggiori servizi per il cittadino “. Il problema dell’ambiente non poteva mancare nel decisivo intervento elettorale di Giacomo Rosa. La necessità di salvaguardare l’ambiente è tra i primi punti della sua agenda, come candidato alla regione campania. E in tal caso ha precisato al pubblico: “Ho parlato con il Presidente De Luca della questione del depuratore di Belvedere affinchè non vengano sversati nel fiume prodotti inquinanti.

E quindi dobbiamo collaborare, – ha dichiarato Giacomo Rosa mentre il pubblico applaudiva – con le associazioni, le istituzioni e quindi il Comune. E a tal proposito voglio ringraziare il Sindaco Dott.ssa Cecilia Francese per averci ospitato a Battipaglia in Piazza della Madonnina e concesso la piazza, perchè un vero consigliere regionale non è nè di destra nè di sinistra, ma è di tutti, e quando viene eletto dovrà fare l’interesse del territorio”. E nelle sue conclusioni, ha posto in essere la tutela delle aree interne evitando lo spopolamento di alcuni piccoli comuni, cercando di creare numero servizi affinchè la popolazione possa vivere in modo civile.

E quindi la linea ferroviaria Eboli-Calitri- Pescopagano- Melfi serve ad attrezzare le aree interne anche ai fini commerciali per legare il tirreno all’Adriatico. Forte è stato lo scroscio finale per queste ultime tematiche, tra cui il depuratore di Belvedere. Applausi che sicuramente porteranno trionfante Giacomo Rosa in Consiglio Regionale.

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.