il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Castagne al Forno

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“tu, pio castagno, solo tu, l’assai

 

doni al villano che non ha che il sole;

 

tu solo il chicco, il buon di più, tu dai

 

alla sua prole; “Pascoli

 

Il castagno, con la sua costante presenza, accompagna la cultura contadina, scandisce il tempo delle stagioni, riscalda nelle sere d’autunno, per poi diventare protagonista  dei freddi crepuscoli invernali!

La famiglia contadina, riunita attorno al focolaio dove il castagno brucia, mentre le castagne cuociono nella pentola e si raccontano storie antiche allo scoppiettio della sua corteccia…

Il castagno è simbolo di forza, di bellezza, di continuità; si narra che i suoi frutti, le castagne, nell’antichità erano utilizzate come monete, poi sostituite, dal Medioevo in poi, con i cereali.

La castagna frutto autunnale per eccellenza, cibo popolare, protagonista di tante ricette tradizionali ed oggi, anche ingrediente in piatti gourmet…

La castagna, inoltre, è un must insostituibile del cibo da strada, servito nel cartoccio a forma di cono…

Profumo di caldarroste, riscaldano le fredde serate autunnali, trascorse da soli in casa o in compagnia, seduti davanti al crepitio di un camino o al calore di un forno che lentamente le cuoce e le tosta al punto giusto!

La castagna si può gustare in tanti modi e si può usare per svariate preparazioni, dolciarie e non.

Chi ama le castagne, e le preferisce morbide, potrà preparare delle squisite castagne bollite, aromatizzate con l’alloro per renderle ancora più saporite; in alternativa, per chi ama la classica caldarrosta, la preparerà sul fuoco, nell’apposita padella forata, oppure al forno, come noi oggi la presentiamo.

 

Al posto della classica padella forata, le castagne vengono cotte al forno, morbide e saporitissime accompagnate da un buon vino rosso giovane e vivace, che sia novello, o perché no, frizzante..!

Procedimento:

Mettete le castagne in una ciotola con acqua fredda per almeno mezz’ora.

Dopodichè eliminate l’acqua e mettetele su di un canovaccio in modo da far assorbire l’acqua.

Ora iniziate a fare delle incisioni orizzontali di 2 o 3 cm su ogni castagna.

Preriscaldate il forno ventilato a 220°C, disponete le castagne su una teglia precedentemente foderata con carta da forno e lasciate cuocere per 20 /30 minuti a seconda della loro dimensione. Se utilizzate il forno statico cuocete a 250°.

Durante la cottura rigirate di tanto in tanto le castagne per avere così una cottura omogenea.

Che odore ..il nostro piatto è servito!!

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.