il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

LA FESTA DELLA DONNA E LA TORTA MIMOSA

da Maria Giovanna Santucci

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’8 marzo, Giornata Internazionale della Donna, è il momento per riflettere sui temi legati all’universo femminile come, ad esempio, le conquiste sociali, economiche e politiche legate alle pari opportunità ; ma riflettiamo anche sulle discriminazioni e le violenze che  le donne ancora oggi subiscono…

Nel giorno della festa della donna diamo più sapore ai nostri piaceri ed accingiamoci a preparare assieme il dolce, simbolo dell’8 marzo, dal colore giallo intenso, foriero dell’imminente primavera!

La “Torta Mimosa”, ci fa gustare immediatamente una nuova vitalità ed una nuova energia…diventando così simbolo simbolo di nuova speranza !!l

 

Ingredienti:

Per il pan di Spagna:

200 gr. di farina

40 gr di fecola di patate

4 uova intere

 

 

220 gr di zucchero

Per la crema pasticcera

50 g di farina

300 ml di latte fresco intero

300 ml di panna fresca liquida

8 tuorli di uova

mezza bacca di vaniglia

200 gr di zucchero

Per la bagna al liquore

100 ml di acqua

50 ml di Cointreau

50 g di Zucchero

Per la panna montata:

200 ml di panna fresca intera;

20 gr. di zucchero a velo.

Procedimento:

Mettete le uova intere e lo zucchero in una planetaria e montate gli ingredienti per almeno 10 -15 minuti fino ad ottenere un composto ben gonfio. Aggiungete i tuorli e continuate a montare per altri 5 minuti, quindi spegnete. Unite al composto la farina e la fecola setacciate ed amalgamatele delicatamente dal basso verso l’alto per incamerare aria.

Ora versate l’impasto ottenuto in due teglie imburrate ed infarinate e cuocete in forno statico a 180 per 30 minuti. Una volta pronti, sfornateli e capovolgeteli su di un foglio di carta forno e lasciateli raffreddare.

Passate e preparate la crema pasticcera:

mettete in un tegame il latte , aggiungete la panna, portate a sfiorare il bollore.

In un altro tegame mettete i tuorli, lo zucchero mescolate ed aggiungete la farina ed i semini della bacca di vaniglia

Mescolate e poi unite il composto di latte e panna calda,   stemperate il tutto. Accendete il fuoco e fate addensare, non appena comincerà a sbuffare spegnete e versate la crema in una teglia bassa e larga.

Ricoprite la crema pasticcera con della pellicola trasparente che deve toccare la superficie della crema e mettete a raffreddare in frigorifero .

Preparate la bagna:

fate sciogliere in un pentolino lo zucchero assieme all’acqua e al liquore, quindi fate raffreddare. Montate la panna ben fredda con uno sbattitore: appena gonfia unite lo zucchero a velo e montate, poi mettete il tutto in frigorifero.

Quando la crema pasticcera sarà fredda mettetela in una ciotola, ammorbiditela ed unite delicatamente la panna montata, tranne due cucchiaiate che terrete da parte. Ora prendete uno uno dei pan di spagna e ricavate tre dischi di uguale spessore, dall’altro tagliate delle fette dello spessore di un centimetro che poi taglierete in 3 striscioline da ridurre successivamente in cubetti.

Per ottenere una torta perfetta sarebbe meglio utilizzare un cerchio di acciaio regolabile, dentro il quale ponete il primo disco di pan di spagna che inzupperete con la bagna e sul quale stenderete un velo di panna montata zuccherata.

Sopra la panna stendete la crema pasticcera mista a panna e quindi poggiatevi sopra il secondo disco di pan di spagna e così via , fino a che non avrete poggiato il terzo disco. Ricoprite tutta la torta con la crema avanzata e poi decorate facendo aderire i cubetti di pan di spagna alla crema che fungerà da collante.

Una volta ricoperta la torta sarà pronta ed allora mettetela in frigorifero.

Il dolce è servito!!

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.