il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

“Speravo de morì prima”: una necessaria finestra sull’anima romantica del calcio

 

Dr. Vincenzo Mele

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per tre settimane, su Sky Atlantic, è andata in programmazione “Speravo de morì prima”, la miniserie tv dedicata a Francesco Totti, tratta dall’autobiografia “Un Capitano”, scritta insieme a Paolo Condò.

“Speravo de morì prima”, il cui titolo è tratto da uno dei tanti striscioni presenti il 28 Maggio 2017, data in cui Francesco Totti ha lasciato il calcio giocato, è la rappresentazione degli ultimi due anni di carriera di uno straordinario giocatore che ha scritto la storia della Roma, del calcio italiano ed europeo negli ultimi venticinque anni.

Nella serie, diretta da Luca Ribuoli e prodotta da Sky, è presente un cast stellare: Pietro Castellitto, figlio del celebre Sergio, nei panni del capitano della Roma, Greta Scarano che interpreta Ilary Blasi e Gianmarco Tognazzi nel ruolo di Luciano Spalletti, allenatore per due volte a Trigoria con quale nelle ultime due stagioni il Capitano giallorosso ha avuto incomprensioni.

A far da cornice Giorgio Colangeli e Monica Guerritore, rispettivamente Enzo e Fiorella, i genitori di Francesco, Marco Rossetti nei panni di Daniele De Rossi, Massimo De Santis nel ruolo di Vito Scala, preparatore e amico di Totti e Gabriel Montesi nel ruolo di Antonio Cassano, grande compagno di reparto ai tempi della Roma, presente in momenti particolari e surreali della carriera del Capitano e nei flashback.

La storia del “Pupone” è stata rappresentata come una tragedia greca, nel quale spicca l’elevata capacità recitativa degli attori; inoltre vengono rappresentate magnificamente le immagini della Curva Sud piena di coreografie per la Roma e per Totti. Non sono mancate le lacrime del 28 Maggio 2017, la lettera d’addio del “Bimbo de Oro” scritta insieme alla consorte, che hanno messo la parola fine ad una delle pagine più belle ed emozionanti del calcio italiano.

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.