il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Sorrento, un tributo al cittadino onorario,in occasione del decennale della scomparsa del cantautore Lucio Dalla.

da Pietro Cusati

 

 

 

 

 

 

“Se io fossi un angelo, chissà cosa farei…è chiaro che volerei”, lo street artist  Jorit,  è stato chiamato dall’amministrazione Comunale di Sorrento a dare vita ad un murales di 70 metri quadri sulla facciata di un palazzo del centro in memoria di Lucio Dalla a dieci anni dalla morte. Un lutto che colpì anche Sorrento di cui divenne cittadino onorario il 2 luglio 1987. “I Colori di Lucio” è il titolo della rassegna in programma tra il 4 marzo 2022,giorno in cui Dalla nacque nel 1943, data alla quale ha dedicato una delle sue canzoni più famose, ed il 3 aprile 2022. Ideata dall’associazione Nemesi, sostenuta dalla Fondazione Lucio Dalla di Bologna, è promossa dalla città di Sorrento in collaborazione con la Fondazione Sorrento e la partecipazione degli altri Comuni della Costiera.Lucio Dalla è stato  un grande artista che ha contribuito a diffondere nel mondo il nome di Sorrento ,un legame indissolubile con la terra delle sirene . La sua Caruso è una canzone che parla d’amore sullo sfondo del mare di Sorrento che lui tanto amava.”QUI DOVE IL MARE LUCCICA… TE VULIMME BENE ASSAJE’’.Il  3 luglio del 1997, il  Consiglio Comunale di Sorrento conferì al celebre cantante  Lucio Dalla la cittadinanza onoraria e la  consegna  di una elegante pergamena con la motivazione dell’Onorificenza. I Colori di Lucio è il titolo della rassegna che Sorrento celebrerà Lucio Dalla, nel decennale della scomparsa, con numerose iniziative ,concerti, musicisti di strada , note in filodiffusione lungo il corso Italia a Sorrento, tour in bici e in canoa, tornei di calcio e basket, escursioni, conferenze, osservazioni astrali. E poi mostre e installazioni artistiche, presentazioni di libri e conferenze, eventi solidali, tra cui una lotteria benefica per enti del territorio. Diversi gli ospiti della Kermesse, da Ron caro amico di Dalla, a Marino Bartoletti, passando per Andrea Scanzi a Murubutu, dal “paesologo” Franco Arminio allo street artist Jorit che ha deciso di omaggiare il cantante con un murales.Ideata dall’associazione Nemesi, sostenuta dalla Fondazione Lucio Dalla di Bologna, e promossa dalla Città di Sorrento in collaborazione con la Fondazione Sorrento e con la partecipazione degli altri Comuni della penisola Sorrentina. “La Città di Sorrento vuole tributare il suo omaggio più sincero e sentito ad un grandissimo artista che ha voluto legare il suo nome e le sue opere a questa terra. Venne insignito della cittadinanza onoraria il 2 luglio del 1997, proprio in virtù dell’amore viscerale per questi luoghi, sempre ricambiato da un’intera comunità che anni addietro, in un noto night club del centro, lo aveva visto muovere i primi passi nel mondo della musica. La sua Caruso è un capolavoro che ha contribuito a promuovere, nel mondo, il nome di Sorrento. Per questo, ancora una volta, gli diciamo grazie, intitolandogli questa rassegna multidisciplinare“.Lo ha detto il Sindaco di Sorrento Massimo Coppola. Jorit  ha realizzato il murales per Lucio Dalla  su una parete al centro della città di Sorrento, poco distante dalla stazione dell’Eav.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.