il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Woody Allen e Paolo Conte si incontrano nel nuovo libro di Andrea Cosimini

 

da dr. Vincenzo Mele (giornalista)

Due artisti che, lavorando con media e modalità diverse, hanno spesso condiviso linguaggio e tematiche, due spiriti liberi in grado di librarsi al di là degli stereotipi e dei modelli patinati dei loro tempi, Paolo Conte e Woody Allen sono tutto questo e molto di più. In ‘Solo per una sera’ (Edizioni Melagrana) il giornalista toscano Andrea Cosimini racconta i sorprendenti legami tra questi due artisti, intrecciando elementi personali ai tanti temi toccati dalle loro opere.

Dall’amore per il jazz all’interesse per la cultura francese, passando per l’archetipica figura dell’antieroe che entrambi hanno saputo raccontare con delicatezza e maestria, i punti di contatto sono numerosissimi, in quantità stupefacente per chi non avesse approfonditamente studiato e compreso il loro lascito. Con uno stile scorrevole e perfino talvolta gradevolmente scanzonato, Cosimini ci racconta la sua storia alla luce della profonda ammirazione per queste due figure del XX secolo; tanti gli episodi che legano l’autore alle opere dei due giganti, incommensurabile la loro influenza sul suo stile, dentro e fuori dalla carta stampata.

Nota di merito per il giornalista toscano è la sua capacità di abbracciare l’opera omnia di Allen e Conte e di saperla presentare evitando lo snobbismo tipico della nostra classe intellettuale contemporanea, una qualità che tanto Conte quanto Allen hanno sempre dimostrato di possedere. In questo viaggio tra musica e cinema, con intriganti escursioni in tanti altri settori, si scorge, oltre alle innumerevoli qualità dei due protagonisti, un affresco appassionato e per nulla autocelebrativo dell’autore, il quale accompagna per mano il lettore nella propria vita e in alcuni scorci artistici che sono stati la base della sua formazione e del suo gusto.

Dopo un tour in Toscana, Cosimini è approdato anche al sud, per la precisione a Pomigliano d’Arco, con le sue presentazioni nelle quali Allen e Conte, i quali non hanno mai collaborato direttamente, condividono il palco con l’autore del libro, sfidando il tempo e le mode cangianti come solo i grandi sanno fare.

 

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.