il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Giovanna Salvati: “Ricordi … goccia a goccia”

In questa rubrica potete ammirare alcuni dei quadri della giovane artista salernitana Giovanna Salvati che rimarranno esposti fino a lunedì sera.

 

Donne non sposatevi, ispirato al testo di Boris Vian e ad un fatto di cronaca accaduto in Cina: una ragazza abbandonata sull’altare dal futuro marito, tenta il suicidio, ma la tragica vicenda ha un  lieto fine…viene salvata e secondo l’artista si trasforma in farfalla pronta ad accogliere prima o poi un nuovo amore (per questo la farfalla nera e la farfalla rossa).

Testo

NON SPOSATEVI RAGAZZE
AVETE VISTO UN UOMO NUDO
USCIRE IMPROVVISAMENTE DAL BAGNO
I PELI GOCCIOLANTI
E I BAFFI TRISTI
AVETE VISTO UN UOMO PROPRIO BRUTTO
MENTRE MANGIA  SPAGHETTI
FORCHETTA IN PUGNO  INEBETITO
E SALSA DI POMODORO SUL GILET

QUANDO SONO BELLI SONO IDIOTI
QUANDO SONO VECCHI SONO ORRENDI
QUANDO SONO GRANDI SONO NULLAFACENTI
QUANDO SONO PICCOLI SONO CATTIVI

AVETE VISTO UN UOMO TROPPO GRASSO
TIRAR FUORI LE GAMBE DAL SUO  LETTO
MASSAGGIARSI LA PANCIA E GRATTARSI I CAPELLI
E OSSERVARE I PIEDI PENSIEROSO
NON SPOSATEVI RAGAZZE
NON SPOSATEVI
FATTE PIUTTOSTO DEL CINEMA
RESTATE VERGINI DA VOSTRO PADRE
FATTE LA SERVA DI UN CARBONAIO
ALLEVATE SCIMMIE ALLEVATE GATTI
ALZATE LE GAMBE ALL’OPERA
VENDETE SCATOLE DI CIOCCOLATO
INDOSSATE IL VELO   O  NO
DANZATE NUDE DAVANTI AI RIMBAMBITI
FATE LA PROSTITUTA AVENUE DU BOIS
MA NON SPOSATEVI RAGAZZE
NON SPOSATEVI

AVETE VISTO UN UOMO IMPACCIATO
RIENTRARE TARDI PER IL PRANZO
DEL  ROSSETTO  SUL COLLO
E  LA TREMARELLA ALLE GAMBE
AVETE VISTO AL CABARET
UN SIGNORE NON PIU TANTO FRESCO
CHE SI STRUSCIA CON INSISTENZA
CONTRO UN PICCOLO FIORE INNOCENTE

QUANDO SONO SCEMI ROMPONO
QUANDO SONO FORTI FANNO SPORT
QUANDO SONO RICCHI SI TENGONO LA GRANA
QUANDO SONO DURI VI TORTURANO

AVETE VISTO AL VOSTRO BRACCIO
UN MAGRETTO CON GLI OCCHI DA TOPO
ARRICCIARSI QUEI TRE PELI DI  BAFFO
E IMPETTIRSI CON ARIA ARROGANTE

NON  SPOSATEVI RAGAZZE
NON  SPOSATEVI
INDOSSATE I VOSTRI ABITI ELEGANTI
ANDATE A BALLARE ALL’OLYMPIA
CAMBIATE AMANTE QUATTRO VOLTE AL MESE
PRENDETE IL MALLOPPO E CONSERVATELO
NASCONDETE LA GRANA  SOTTO IL MATERASSO
A CINQUANTANNI VI SERVIRA
A PAGARVI DEI GIOVANI  BEI MASCHIETTI
NIENTE NELLA TESTA TUTTO NELLE BRACCIA

AH  CHE BELLA VITA  SARÀ
SE NON VI SPOSERETE RAGAZZE
SE NON VI SPOSERETE

 

Perché vivo, sempre ispirato a un testo di Boris Vian:

Perché vivo

Perché vivo
Perché vivo
Per la gamba gialla
D’una donna bionda
Appoggiata al muro
In pieno sole
Per la vela gonfia
Di un battello del porto
Per l’ombra delle tende
Il caffè ghiacciato
Che si beve con la cannuccia
per toccare la sabbia
Vedere il fondo dell’acqua
Che diventa così azzurro
Che discende tanto in basso
Con i calmi pesci
Pascolanti sul fondo
Che si librano sopra
I capelli delle alghe
Come uccelli lenti
Come uccelli azzurri
perché vivo
Perché è bello.

 

Luna Piena, illustrazione dell’omonima poesia di Federico Garcia Lorca.

Mani con perle,  esercitazioni di chiaroscuro che ho deciso di esporre per dimostrare al pubblico che al di là delle diverse scelte stilistiche che hanno caratterizzato il mio percorso artistico, non smetto mai di esercitare la mano anche su elementi classici.

 

 

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.