il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

I prodotti chimici pericolosi

Vincenzo Mazza

I prodotti chimici, hanno l’obbligo di essere etichettati. L’etichetta in genere viene apposta sull’imballaggio. Quest’ultimo serve, oltre che a contenere il prodotto, anche a fornire  informazioni importanti sulla natura del prodotto e sul suo corretto utilizzo.  Queste informazioni vengono fornite seguendo uno schema che è stabilito per legge e che dipende dal tipo di prodotto. Le notizie deducibili dall’etichettatura si riferiscono ad una ben precisa codifica, stabilita da una convenzione , in base alla quale vengono utilizzati simboli e sigle alfanumeriche per: il nome della sostanza o del prodotto; le coordinate del produttore o dell’importatore; simboli grafici indicanti la classificazione; richiami numerici a rischi specifici; richiami numerici a consigli di prudenza. La normativa comunitaria si applica alle sostanze e ai preparati giudicati pericolosi. Sostanze: “elementi chimici ed i loro composti, allo stato naturale o ottenuti mediante qualsiasi procedimento di produzione, compresi gli additivi necessari per mantenere la stabilità dei prodotti e le impurezze derivanti dal procedimento impiegato, ma esclusi i solventi che possono essere eliminati senza incidere sulla stabilità delle sostanze e senza modificare la loro composizione ”; Preparati: “le miscele o le soluzioni composte da due o più sostanze”.

 

Cosa deve contenere l’etichetta.

 

Ogni contenitore di prodotti pericolosi deve riportare sull’etichetta le seguenti indicazioni scritte in modo ben leggibile ed indelebile, in lingua italiana (quindi anche su quelli stranieri se vengono venduti in Italia)

 

● denominazione o nome commerciale del preparato;

 

● coordinate complete (nome, indirizzo e telefono) del responsabile dell’immissione sul mercato nell’ambito dell’Unione Europea, per essere contattato in caso di necessità al fine di ottenere informazioni più complete ed esaurienti sul prodotto;

 

● elenco delle sostanze presenti nel prodotto responsabili della classificazione come pericoloso;

 

● il simbolo di pericolo

 

● frasi di rischio di classe R e consigli di prudenza di classe S;

 

 

 

Nell’etichetta è obbligatorio riportare anche le frasi di rischio identificate dalla lettera R e da un codice numerico e i consigli di prudenza identificati dalla lettera S e dal codice numerico.

Le frasi R ricordano all’utilizzatore il rischio o i rischi ai quali può andare incontro (alcune frasi sono combinate e dopo la lettera R riportano due o più codici), mentre i consigli di prudenza, codice S, forniscono in forma sintetica il o i suggerimenti più utili da seguire assolutamente.

E’ quindi fondamentale leggere con attenzione l’etichetta con i rischi e i suggerimenti riportati e agire con prudenza, valutando ogni possibile conseguenza negativa delle nostre azioni o inazioni.

 

Esaminiamo

 

I simboli  di pericolo

Sono stampati in nero su fondo giallo-arancione e devono essere considerati molto importanti perché permettono di classificare con un semplice sguardo le sostanze pericolose e il loro tipo. Sono sempre quadrati con simboli neri su fondo arancione e ciascuno rappresenta una classe di rischio ben definita secondo lo schema seguente:

Simbolo e denominazione Significato (definizione e precauzioni) Esempi
C

CORROSIVO
Classificazione: questi prodotti chimici causano la distruzione di tessuti viventi e/o materiali inerti.

Precauzioni: non inalare ed evitare il contatto con la pelle, gli occhi e gli abiti.

E

ESPLOSIVO
Classificazione: sostanze o preparazioni che possono esplodere a causa di una scintilla o che sono molto sensibili agli urti o allo sfregamento.

Precauzioni: evitare colpi, scuotimenti, sfregamenti, fiamme o fonti di calore.

O

COMBURENTE
Classificazione: sostanze che si comportano da ossidanti rispetto alla maggior parte delle altre sostanze o che liberano facilmente ossigeno atomico o molecolare, e che quindi facilitano l’incendiarsi di sostanze combustibili.

Precauzioni: evitare il contatto con materiali combustibili.

F

INFIAMMABILE
Classificazione: Sostanze o preparazioni:

  • che possono surriscaldarsi e successivamente infiammarsi al contatto con l’aria a una temperatura normale senza impiego di energia
  • solidi che possono infiammarsi facilmente per una breve azione di una fonte di fiamma e che continuano ad ardere
  • liquidi che possiedono un punto di combustione compreso tra i 21 e i 55 ºC.
  • gas infiammabili al contatto con l’aria a pressione ambiente
  • gas che a contatto con l’acqua o l’aria umida creano gas facilmente infiammabili in quantità pericolosa.

Precauzioni: evitare il contatto con materiali ignitivi (come aria e acqua).

F+

ESTREMAMENTE INFIAMMABILE
Classificazione: sostanze o preparazioni liquide il cui punto di combustione è inferiore ai 21 ºC.

Precauzioni: evitare il contatto con materiali ignitivi (come aria e acqua).

T

TOSSICO
Classificazione: sostanze o preparazioni che, per inalazione, ingestione o penetrazione nella pelle, possono implicare rischi gravi, acuti o cronici, e anche la morte.

Precauzioni: deve essere evitato il contatto con il corpo.

T+

ESTREMAMENTE TOSSICO
Classificazione: sostanze o preparazioni che, per inalazione, ingestione o assorbimento attraverso la pelle, provocano rischi estremamente gravi, acuti o cronici, e facilmente la morte.

Precauzioni: deve essere evitato il contatto con il corpo, l’inalazione e l’ingestione, nonché un’esposizione continua o ripetitiva anche a basse concentrazioni della sostanza o preparato.

Xi

IRRITANTE
Classificazione: sostanze o preparazioni non corrosive che, al contatto immediato, prolungato o ripetuto con la pelle o le mucose possono espletare un’azione irritante.

Precauzioni: i vapori non devono essere inalati e il contatto con la pelle deve essere evitato.

Xn

NOCIVO
Classificazione: sostanze o preparazioni che, per inalazione, ingestione o assorbimento cutaneo, possono implicare rischi, per la salute, di gravità limitata, non mortali

Precauzioni: i vapori non devono essere inalati e il contatto con la pelle deve essere evitato.

N

PERICOLOSO PER L’AMBIENTE
Classificazione: il contatto dell’ambiente con queste sostanze o preparazioni può provocare danni all’ecosistema a corto o a lungo periodo.

Precauzioni: le sostanze non devono essere disperse nell’ambiente.

 

Esaminiamo

Le frasi di rischio

 

R1 Esplosivo allo stato secco

R2 Rischio di esplosione per urto, sfregamento, fuoco o altre sorgenti di ignizione

R3 Elevato rischio di esplosione per urto, sfregamento, fuoco o altre sorgenti di ignizione

R4 Forma composti metallici esplosivi molto sensibili

R5 Pericolo di esplosione per riscaldamento

R6 Esplosivo a contatto o senza contatto con l’aria

R7 Può provocare un incendio

R8 Può provocare l’accensione di materie combustibili

R9 Esplosivo in miscela con materie combustibili

R10 Infiammabile

R11 Facilmente infiammabile

R12 Estremamente infiammabile

R14 Reagisce violentemente con l’acqua

R15 A contatto con l’acqua libera gas estremamente infiammabili

R16 Pericolo di esplosione se mescolato con sostanze comburenti

R17 Spontaneamente infiammabile all’aria

R18 Durante l’uso può formare con aria miscele esplosive/infiammabili

R19 Può formare perossidi esplosivi

R20 Nocivo per inalazione

R21 Nocivo a contatto con la pelle

R22 Nocivo per ingestione

R23 Tossico per inalazione

R24 Tossico a contatto con la pelle

R25 Tossico per ingestione

R26 Molto tossico per inalazione

R27 Molto tossico a contatto con la pelle

R28 Molto tossico per ingestione

R29 A contatto con l’acqua libera gas tossici

R30 Può divenire facilmente infiammabile durante l’uso

R31 A contatto con acidi libera gas tossico

R32 A contatto con acidi libera gas altamente tossico

R33 Pericolo di effetti cumulativi

R34 Provoca ustioni

R35 Provoca gravi ustioni

R36 Irritante per gli occhi

R37 Irritante per le vie respiratorie

R38 Irritante per la pelle

R39 Pericolo di effetti irreversibili molto gravi

R40 Possibilità di effetti cancerogeni – prove insufficienti

R41 Rischio di gravi lesioni oculari

R42 Può provocare sensibilizzazione per inalazione

R43 Può provocare sensibilizzazione per contatto con la pelle

R44 Rischio di esplosione per riscaldamento in ambiente confinato

R45 Può provocare il cancro

R46 Può provocare alterazioni genetiche ereditarie

R48 Pericolo di gravi danni per la salute in caso di esposizione prolungata

R49 Può provocare il cancro per inalazione

R50 Altamente tossico per gli organismi acquatici

R51 Tossico per gli organismi acquatici

R52 Nocivo per gli organismi acquatici

R53 Può provocare a lungo termine effetti negativi per l’ambiente acquatico

R54 Tossico per la flora

R55 Tossico per la fauna

R56 Tossico per gli organismi del terreno

R57 Tossico per le api

R58 Può provocare a lungo termine effetti negativi per l’ambiente

R59 Pericoloso per lo strato di ozono

R60 Può ridurre la fertilità

R61 Può danneggiare i bambini non ancora nati

R62 Possibile rischio di ridotta fertilità

R63 Possibile rischio di danni ai bambini non ancora nati

R64 Possibile rischio per i bambini allattati al seno

R65 Nocivo: può causare danni ai polmoni in caso di ingestione

R66 L’esposizione ripetuta può provocare secchezza e screpolatura della pelle

R67 L’inalazione dei vapori può provocare sonnolenza e vertigini

R68 Possibilità di effetti irreversibili

 

 

Frasi di rischio combinate R .

 

R 14/15 Reagisce violentemente con acqua liberando gas estremamente infiammabili

R 15/29 A contatto con acqua libera gas tossici estremamente infiammabili

R 20/21 Nocivo per inalazione e a contatto con la pelle

R 20/22 Nocivo per inalazione e ingestione

R 20/21/22 Nocivo per inalazione, a contatto con la pelle e per ingestione

R 21/22 Nocivo a contatto con la pelle e per ingestione

R 23/24 Tossico per inalazione e a contatto con la pelle

R 23/25 Tossico per inalazione e ingestione

R 23/24/25 Tossico per inalazione, a contatto con la pelle e per ingestione

R 24/25 Tossico a contatto con la pelle e per ingestione

R 26/27 Molto tossico per inalazione e contatto con la pelle

R 26/28 Molto tossico per inalazione e ingestione

R 26/27/28 Molto tossico per inalazione, a contatto con la pelle e per ingestione

R 27/28 Molto tossico a contatto con la pelle e per ingestione

R 36/37 Irritante per gli occhi e le vie respiratorie

R 36/38 Irritante per gli occhi e la pelle

R 36/37/38 Irritante per gli occhi , le vie respiratorie e la pelle

R 37/38 Irritante per le vie respiratorie e la pelle

R 39/23 Tossico: pericolo di effetti irreversibili molto gravi per inalazione

R 39/24 Tossico: pericolo di effetti irreversibili molto gravi a contatto con la pelle

R 39/25 Tossico: pericolo di effetti irreversibili molto gravi per ingestione

R 39/23/24 Tossico: pericolo di effetti irreversibili molto gravi per inalazione e a contatto

con la pelle

R 39/23/25 Tossico: pericolo di effetti irreversibili molto gravi per inalazione e ingestione

R 39/24/25 Tossico: pericolo di effetti irreversibili molto gravi a contatto con la pelle e per

ingestione

R 39/23/24/25 Tossico: pericolo di effetti irreversibili molto gravi per inalazione, a contatto

con la pelle e per ingestione

R 39/26 Molto tossico: pericolo di effetti irreversibili molto gravi per inalazione

R 39/27 Molto tossico: pericolo di effetti irreversibili molto gravi a contatto con la pelle

R 39/28 Molto tossico: pericolo di effetti irreversibili molto gravi per ingestione

R 39/26/27 Molto tossico: pericolo di effetti irreversibili molto gravi per inalazione e a

contatto con la pelle

R 39/26/28 Molto tossico: pericolo di effetti irreversibili molto gravi per inalazione e a

contatto con la pelle

R 39/27/28 Molto tossico: pericolo di effetti irreversibili molto gravi a contatto con la pelle e

per Ingestione

R 39/26/27/28 Molto tossico: pericolo di effetti irreversibili molto gravi per inalazione, a

contatto con la pelle e per ingestione

R 42/43 Può provocare sensibilizzazione per inalazione e contatto con la pelle

R 48/20 Nocivo: pericolo di gravi danni per la salute in caso di esposizione prolungata per

inalazione

R 48/21 Nocivo: pericolo di gravi danni per la salute in caso di esposizione prolungata a

contatto con la pelle

R 48/22 Nocivo: pericolo di gravi danni per la salute in caso di esposizione prolungata per

ingestione

R 48/20/21 Nocivo: pericolo di gravi danni per la salute in caso di esposizione prolungata

per inalazione e a contatto con la pelle

R 48/20/22 Nocivo: pericolo di gravi danni per la salute in caso di esposizione prolungata

per inalazione e a contatto con la pelle

R 48/21/22 Nocivo: pericolo di gravi danni per la salute in caso di esposizione prolungata a

contatto con la pelle e per ingestione

R 48/20/21/22 Nocivo: pericolo di gravi danni per la salute in caso di esposizione

prolungata per inalazione, a contatto con la pelle e per ingestione

R 48/23 Tossico: pericolo di gravi danni per la salute in caso di esposizione prolungata per

inalazione

R 48/24 Tossico: pericolo di gravi danni per la salute in caso di esposizione prolungata a

contatto con la pelle

R 48/25 Tossico: pericolo di gravi danni per la salute in caso di esposizione prolungata per

ingestione

R 48/23/24 Tossico: pericolo di gravi danni per la salute in caso di esposizione prolungata

per inalazione e a contatto con la pelle

R 48/23/25 Tossico: pericolo di gravi danni per la salute in caso di esposizione prolungata

per inalazione e ingestione

R 48/24/25 Tossico: pericolo di gravi danni per la salute in caso di esposizione prolungata

a contatto con la pelle e ingestione

R 48/23/24/25 Tossico: pericolo di gravi danni per la salute in caso di esposizione

prolungata per inalazione, a contatto con la pelle e ingestione

R 50/53 Altamente tossico per gli organismi acquatici, può provocare a lungo termine

effetti negativi per l’ambiente acquatico

R 51/53 Tossico per gli organismi acquatici, può provocare a lungo termine effetti negativi

per l’ambiente acquatico

R52/53 Nocivo per gli organismi acquatici, può provocare a lungo termine effetti negativi

per l’ambiente acquatico

R68/20 Nocivo: possibilità di effetti irreversibili per inalazione

R68/21 Nocivo: possibilità di effetti irreversibili a contatto con la pelle

R68/22 Nocivo: possibilità di effetti irreversibili per ingestione

R68/20/21 Nocivo: possibilità di effetti irreversibili per inalazione e a contatto con la pelle

R68/20/22 Nocivo: possibilità di effetti irreversibili per inalazione e ingestione

R68/21/22 Nocivo: possibilità di effetti irreversibili a contatto con la pelle e per ingestione

R68/20/21/22 Nocivo: possibilità di effetti irreversibili per inalazione, a contatto con la pelle

e per ingestione.

 

 

Consigli di prudenza S

 

S1 Conservare sotto chiave

S2 Conservare fuori della portata dei bambini

S3 Conservare in luogo fresco

S4 Conservare lontano da locali di abitazione

S5 Conservare sotto (liquido appropriato da indicarsi da parte del fabbricante)

S6 Conservare sotto (gas inerte da indicarsi da parte del fabbricante)

S7 Conservare il recipiente ben chiuso

S8 Conservare al riparo dall’umidità

S9 Conservare il recipiente in luogo ben ventilato

S12 Non chiudere ermeticamente il recipiente

S13 Conservare lontano da alimenti o mangimi e da bevande

S14 Conservare lontano da (sostanze incompatibili da precisare da parte del produttore)

S15 Conservare lontano dal calore

S16 Conservare lontano da fiamme e scintille – Non fumare

S17 Tenere lontano da sostanze combustibili

S18 Manipolare ed aprire il recipiente con cautela

S20 Non mangiare né bere durante l’impiego

S21 Non fumare durante l’impiego

S22 Non respirare le polveri

S23 Non respirare i gas/fumi/vapori/aerosol (termine/i appropriato/i da precisare da parte

del produttore)

S24 Evitare il contatto con la pelle

S25 Evitare il contatto con gli occhi

S26 In caso di contatto con gli occhi, lavare immediatamente e abbondantemente con

acqua e consultare il medico

S27 Togliersi di dosso immediatamente gli indumenti contaminati

S28 In caso di contatto con la pelle lavarsi immediatamente ed abbondantemente con

(prodotti idonei da indicarsi da parte del fabbricante)

S29 Non gettare i residui nelle fognature

S30 Non versare acqua sul prodotto

S33 Evitare l’accumulo di cariche elettrostatiche

S35 Non disfarsi del prodotto e del recipiente se non con le dovute precauzioni

S36 Usare indumenti protettivi adatti

S37 Usare guanti adatti

S38 In caso di ventilazione insufficiente, usare un apparecchio respiratorio adatto

S39 Proteggersi gli occhi/la faccia

S40 Per pulire il pavimento e gli oggetti contaminati da questo prodotto usare (da

precisare da parte del produttore)

S41 In caso di incendio e/o esplosione non respirare i fumi

S42 Durante le fumigazioni/polimerizzazioni usare un apparecchio respiratorio adatto

(termine/i appropriato/i da precisare da parte del produttore)

S43 In caso di incendio usare (mezzi estinguenti idonei da indicarsi da parte del

fabbricante. Se l’acqua aumenta il rischio precisare “Non usare acqua”)

S44 In caso di incidente o di malessere consultare immediatamente il medico (se

possibile, mostrargli l’etichetta)

S46 In caso di ingestione consultare immediatamente il medico e mostrargli il contenitore

o l’etichetta

S47 Conservare a temperatura non superiore a °C (da precisare da parte del fabbricante)

S48 Mantenere umido con (mezzo appropriato da precisare da parte del fabbricante)

S49 Conservare soltanto nel recipiente originale

S50 Non mescolare con (da specificare da parte del fabbricante)

S51 Usare soltanto in luogo ben ventilato

S52 Non utilizzare su grandi superfici in locali abitati

S53 Evitare l’esposizione – procurarsi speciali istruzioni prima dell’uso

S56 Smaltire questo materiale e relativi contenitori in un punto di raccolta rifiuti pericolosi o

speciali autorizzato

S57 Usare contenitori adeguati per evitare l’inquinamento ambientale

S59 Richiedere informazioni al produttore/fornitore per il recupero/riciclaggio

S60 Questo materiale e il suo contenitore devono essere smaltiti come rifiuti pericolosi

S61 Non disperdere nell’ambiente. Riferirsi alle istruzioni speciali schede informative in

materia di sicurezza

S62 Non provocare il vomito: consultare immediatamente il medico e mostrargli il

contenitore o l’etichetta

S63 In caso di incidente per inalazione, allontanare l’infortunato dalla zona contaminata e

mantenerlo a riposo

S64 In caso di ingestione sciacquare la bocca con acqua (solamente se l’infortunato è

cosciente).

 

Consigli di prudenza combinati S .

 

 

S 1/2 Conservare sotto chiave e fuori dalla portata dei bambini

S 3/7 Tenere il recipiente ben chiuso in luogo fresco

S 3/9/14 Conservare in luogo fresco e ben ventilato lontano da… (materiali incompatibili

da precisare da parte del fabbricante)

S 3/9/14/49 Conservare soltanto nel contenitore originale in luogo fresco e ben ventilato

lontano da… (materiali incompatibili da precisare da parte del fabbricante)

S 3/9/49 Conservare soltanto nel contenitore originale in luogo fresco e ben ventilato

S 3/14 Conservare in luogo fresco lontano da… (materiali incompatibili da precisare da

parte del fabbricante)

S 7/8 Conservare il recipiente ben chiuso e al riparo dall’umidità

S 7/9 Tenere il recipiente ben chiuso e in luogo ben ventilato

S 7/47 Tenere il recipiente ben chiuso e a temperatura non superiore a … °C (da precisare

da parte del fabbricante)

S 20/21 Non mangiare, né bere, né fumare durante l’impiego

S 24/25 Evitare il contatto con gli occhi e con la pelle

S 27/28 In caso di contatto con la pelle, togliersi di dosso immediatamente gli indumenti

contaminati e lavarsi immediatamente e abbondantemente con … (prodotti idonei da

indicarsi da parte del fabbricante)

S 29/35 Non gettare i residui nelle fognature; non disfarsi del prodotto e del recipiente se

non con dovute precauzioni

S 29/56 Non gettare i residui nelle fognature

S 36/37 Usare indumenti protettivi e guanti adatti

S 36/37/39 Usare indumenti protettivi e guanti adatti a proteggersi gli occhi/la faccia

S 36/39 Usare indumenti protettivi adatti a proteggersi gli occhi/la faccia

S 37/39 Usare guanti adatti e proteggersi gli occhi/la faccia

S 47/49 Conservare soltanto nel contenitore originale a temperatura non superiore a … °C

(da precisare da parte del fabbricante)

 

 

Alcuni consigli:

prima dell’acquisto ….

Verificare se esistano alternative non pericolose e prediligere sempre i prodotti meno pericolosi.

Poi

  1. Prima di ogni operazione leggere attentamente l’etichetta per verificare che il prodotto corrisponda al tipo di utilizzo voluto.
  2. Non rimuovere, per nessun motivo l’etichetta.
  3. Non acquistare prodotti sulla cui etichetta non è descritta la composizione.
  4. Non miscelare i prodotti fra loro.
  5. Evitare travasi. Se questo fosse necessario, travasare solo in contenitori etichettati e mai in bottiglie di acqua minerale, birra o similari.
  6. È buona norma utilizzare tutti i prodotti, anche quelli meno pericolosi, munendosi di guanti e aerando i locali.
  7. Utilizzare i prodotti solo nelle concentrazioni indicate, con parsimonia, ma procedendo con regolare frequenza alle operazioni di pulizia.
  8. Tenere i detersivi e i prodotti chimici affini in armadi di sicurezza, sempre separati dai prodotti alimentari e soprattutto fuori dalla portata dei bambini.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.