il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

CASSAZIONE: importante pronuncia delle sezioni unite sul credito d’imposta

a cura di Pietro Cusati

ROMA – Le sentenze delle sezioni unite  della Corte Suprema di Cassazione sono la massima espressione della giurisprudenza italiana in materia di legittimità procedurale,esse danno un orientamento definitivo,per cui le singole sezioni non possono esprimere un avviso diverso senza il parere delle Sezioni Unite. Nell’ordinamento giuridico italiano,le Sezioni Unite costituiscono la sezione più autorevole della Corte Suprema di Cassazione. Le  Sezioni Unite sono composte da otto consiglieri e presiedute dal Primo Presidente della Corte di Cassazione. Nel caso in esame una fondazione bancaria presentava  al Centro di servizio delle imposte,la dichiarazione dei redditi,ai fini IRPEG,nella quale veniva evidenziato un credito d’imposta,di cui veniva chiesto il rimborso. Con successiva istanza la Fondazione Bancaria invitava  l’Amministrazione Finanziaria ad effettuare il rimborso del credito esposto nella citata dichiarazione .Formatosi su tale domanda il silenzio- rifiuto la Fondazione bancaria lo impugnava in sede giurisdizionale. Con la sentenza  n.5069, del 15-3-2016 ,le Sezioni Unite Civili della Corte Suprema di Cassazione,hanno risolto il contrasto registrato nell’ambito della  Quinta Sezione Civile –Tributaria,in ordine alla questione relativa alla perentorietà o meno del termine entro il quale l’Amministrazione Finanziaria deve provvedere alla liquidazione ed agli effetti connessi all’inutile decorso di detto termine,con riferimento ai crediti di imposta,esposti in dichiarazione. I termini di decadenza stabili per procedere all’accertamento in rettifica non si applicano nel caso in cui, a fronte della richiesta di rimborso per un credito d’imposta esposto dal contribuente con la dichiarazione annuale,l’Amministrazione Finanziaria non debba procedere ad un accertamento ma si limiti a contestare un proprio debito. (pietrocusati@tiscali.it)

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.