il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Comunità Montana Vallo di Diano: la battaglia politica diventa gestione “virtuosa” … sconosciuta ad altre realtà !!

 

Aldo Bianchini

VALLO di DIANO – E’ stata sempre una fucina politica di incarichi e prebende che, spesso, nulla avevano a che fare con il territorio che è chiamata ad amministrare sotto il profilo dell’identità geofisica tra boschi, fiumi, correnti di acqua, vallate e montagne; parlo della Comunità Montana Vallo di Diano con sede, per decenni, nella Certosa di Padula. La sede, secondo il primo consiglio del neonato Ente tenutosi nel febbraio del  1975  fu  “una scelta di civiltà svincolata dalle alchimie politiche e dalle debolezze municipalistiche” (?).

La CMVD è stata oggetto di grandi battaglie politiche e di inenarrabili speculazioni anche di carattere economico; la CMVD ha gestito risorse umane, pubbliche e strutturali per un valore complessivo di decine di centinaia di milioni di euro senza quasi che la gente se ne accorgesse, tanto è stato nel tempo il dispendio di tutte le risorse possibili.

Da qualche anno a questa parte, grazie all’attenta gestione politica dell’Ente da parte del presidente arch. Raffaele Accetta (anche sindaco di Monte San Giacomo) e soprattutto alle eccellenti doti professionali e tecniche del direttore dr. Beniamino Curcio (anche presidente del Consorzio di Bonifica  Integrale Vallo di Diano e Tanagro), la CMVD è riuscita  a rifarsi completamente il look ed a presentarsi pubblicamente come un Ente virtuoso e, forse, insostituibile per la cura ed il rilancio del territorio.

I due personaggi, caratterialmente diversi e distanti, hanno comunque impresso all’Ente quel salto gestionale che serviva al territorio ed alle comunità circostanti; hanno trasformato il predetto Ente in un produttore di efficienza, competitività e progettualità come non era mai stato registrato prima.

In particolare l’azione professionale, tecnica e politica (cioè un modello operativo e lavorativo moderno, efficiente ed efficace) del direttore dr. Beniamino Curcio, che gestisce il potere esecutivo, ha da sempre impresso alle molteplici attività dell’Ente ed alla sua specifica e speculare azione di governo una sostanziale indipendenza dal potere politico che nei decenni precedenti, come dicevo, è stato alquanto altalenante. Ed è stata questa lunga esperienza gestionale vissuta sulla propria pelle ed in prima persona dall’esperto agronomo Curcio a consentire il salto di qualità sopra indicato, senza nulla togliere all’abilità di concertazione politica evidenziata dal presidente Accetta.

Oltretutto il direttore Curcio ha anche messo a disposizione dell’Ente tutta la sua lunga e riconosciuta esperienza politica maturata sia come sindaco di Buonabitacolo che come componente di vari Organismi di gestione del territorio.

La prova è data dal fatto che la Comunità Montana Vallo di Diano (CMVD) è probabilmente l’unica in tutta la Campania ad aver progettato in proprio la gestione molto delicata e particolare del disboscamento (taglio dei boschi) con precisi riferimenti di tutela preventiva dell’ambiente circostante. Insomma i progetti di disboscamento che fino a qualche tempo fa ricadevano in capo alla regione ora ricadono sulle spalle delle numerose CM che, per delega regionale, dovranno attrezzarsi alla bisogna producendo in proprio tutti i progetti di massima ed esecutivi per garantire la necessaria precauzione dei tagli, e farsi carico anche dei necessari ed in alcuni casi severi controlli su come gli stessi progetti poi vengono praticati dai privati che fanno richiesta di taglio dei boschi di loro proprietà.

Un compito delicatissimo e di grande responsabilità, e non solo di impatto ambientale,  che  il direttore Curcio ha voluto lanciare a tutti i costi e che fino a questo momento soltanto la Comunità Montana  valdianese  ha già avviato in maniera decisa nonostante la carenza quasi assoluta di tecnici specializzati interni, ragion per cui si dovrà ricorrere ad incarichi esterni assicurando anche un implemento lavorativo ed occupazionale in favore della crescita complessiva del territorio.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.