il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Peppe Servillo incanta a Battipaglia

da Franco Poeta

L’interpretazione, la gestualità, la mimica, la sua inconfondibile voce, ma soprattutto il modo di rivisitare i grandi successi dei più grandi cantautori italiani, rimodulandoli anche grazie a quella Italian Portaraits Orchestra che lui stesso ha contribuito a formare, a Londra, insieme ad un artista salernitano, quel Matteo Saggese, forse poco conosciuto dal grande pubblico, ma uno dei più bravi compositori italiani, capace di dare veri “Diamanti” a tanti cantanti di successo.

Quel lui è Peppe Servillo. Il mitico fondatore e voce degli Avion Travel, che, dopo aver messo insieme 5 artisti italiani che da anni riscuotevano successi a Londra, ha creato questa nuova creatura che oggi miete successi sia in Italia che a Londra con il progetto “Italian Portraits” e che domenica scorsa, nell’ambito di Cooperazione Incontri, un’iniziativa di Banca Campania Centro per i suoi Soci, ha riscosso un successo eccezionale tra gli oltre 400 ospititi presenti al Teatro Sociale “Aldo Giuffré” di Battipaglia.

Servillo, in 90 minuti di concerto ha proposto un percorso di riscoperta del grande cantautorato italiano che Saggese e Servillo già proponevano al pubblico del “Pizza Express Live” di Soho, a Londra. Canzoni come “Una carezza in un pugno” di Adriano Celentano o “Amara terra mia”, brano di Domenico Modugno che Servillo ha cantato assieme ai tanti presenti e senza dimenticare “Primo amore”, un successo degli Avion Travel del 1998. Alternando pezzi di successo, a musica della tradizione popolare del sud di Italia, come un’interpretazione straordinaria di “Lu pisce spada” di Modugno, Peppe Servillo e l’Italian Portrait Orchestra hanno rivisitato tutti i brani in maniera molto particolare, passando con disinvoltura dal jazz al latin jazz, dalla classica alla world music.

Con Servillo e Saggese completavano l’orchestra il chitarrista Carlo Fimiani, il contrabbassista Davide Mantovani e il batterista Enzo Zirilli. L’occasione è stata ritenuta propizia da Servillo per proporre anche la splendida voce di un’altra artista salernitana, Antonia Criscuolo.

A margine del concerto, è stato poi annunciato che quest’anno l’Assemblea dei soci di Banca Campania Centro, che sarà organizzata al Palasele di Eboli, il 9 e il 10 maggio, avrà come ospite d’eccezione Roberto Vecchioni. Un nome che ha suscitato una reazione entusiasta da parte dei Soci presenti. La scelta dell’autore di “Samarcanda” e di “Luci a San Siro” e l’organizzazione di eventi come “Cooperazione Incontri”, sottolineano l’attenzione di Banca Campania Centro verso la promozione della buona musica e della cultura.

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.