il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Valeria Ciarambino, (5 stelle), vice-presidente del Consiglio Regionale della Campania: ‘’Ridurre le distanze tra le istituzioni e i cittadini’’.

Dr. Pietro Cusati (Giurista – Giornalista)

On. Valeria Ciarambino - vice presidente del Consiglio Regionale della Campania

Napoli, 21 novembre 2020 .Il lavoro del Consiglio Regionale della Campania entra nel vivo dopo  l’insediamento delle Commissioni permanenti e  le Commissioni speciali e di indagine. Una consiliatura complessa in una fase in cui la pandemia genera, oltre ai problemi sanitari, anche una grave crisi economica e sociale. ‘’Ringrazio il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, il gruppo del Partito democratico, ringrazio chi ha voluto scegliere la mia persona per la guida dell’assemblea regionale. Spero di essere all’altezza del compito, rappresenterò tutti voi e tutelerò le funzioni e la dignità dell’aula, garantendo ad ognuno il libero esercizio del mandato”.  “I prossimi giorni saranno un banco di prova per tutte le istituzioni democratiche, chiamate a garantire il diritto alla salute e la coesione sociale ed economica”.‘’Rispetto all’emergenza pandemica’’, ha sottolineato il neo- Presidente del Consiglio Regionale della Campania, Gennaro Oliviero,di Sessa Aurunca, laureato in scienze politiche,esponente del Partito democratico, ha 61 anni ed e’ stato eletto consigliere regionale nella circoscrizione di Caserta: ‘’il Consiglio regionale dovrà essere informato ed informare su come si evolvono le cose, ma sarà molto importante stare vicino al mondo del lavoro, i temi sono due e vanno affrontati insieme: tenere la situazione sotto controllo sul piano sanitario e dare le risposte economiche ed occupazionali  per reggere l’urto che le famiglie e le imprese hanno subito,sarà forte il nostro impegno per la sanità, settore da sempre fondamentale e, oggi, ancor di più, per far fronte all’emergenza covid, ma anche e soprattutto per il mondo delle imprese, delle attività produttive, del lavoro, che ha subito un grave contraccolpo economico e sociale e deve risollevarsi ed essere rilanciato, e per l’ambiente, che deve essere una priorità per tutte le Istituzioni”.  Le otto Commissioni permanenti hanno eletto all’unanimità i rispettivi Uffici di Presidenza, sulla base di un metodo, condiviso da maggioranza e opposizioni, che è stato adottato per l’emergenza covid al fine di semplificare e velocizzare le operazioni di voto. Inoltre sono state istituite le Commissioni consiliari  speciali,trasparenza,controllo delle attività della Regione e degli enti collegati e dell’utilizzo dei fondi, Anticamorra e beni confiscati, Aree interne,innovazione e sostenibilità per la competività ed il rilancio delle imprese.Il Consiglio ha anche  approvato la Delibera dell’Ufficio di Presidenza per la variazione al bilancio di previsione finanziario del Consiglio regionale della Campania, introdotta all’esame dell’Assemblea Legislativa campana dal questore alle finanze Andrea Volpe. Il provvedimento, che ha ricevuto il parere favorevole del Collegio dei Revisori dei Conti ed è stato approvato all’unanimità, determina una variazione di bilancio di € 1.282.667,00 per dare copertura finanziaria alle spese di personale degli uffici di diretta collaborazione per i mesi di novembre e dicembre 2020. Il Consiglio ha altresì approvato la convalida degli eletti, le dimissioni del consigliere regionale di “De Luca Presidente”, Lucia Fortini, al posto della quale è entrato in Consiglio Diego Venanzoni. Le Consigliere Loredana Raia (Pd), per la maggioranza, e Valeria Ciarambino (M5s), per l’opposizione sono state elette vicepresidenti del Consiglio regionale della Campania. “La presenza del Movimento 5 Stelle nell’ufficio di presidenza è una novità assoluta per questo Consiglio regionale e ne vado orgogliosa. Una scelta che rispetta appieno il principio di rappresentanza tenuto conto che siamo la prima forza di opposizione in questa assise”. Così Valeria Ciarambino (M5s) commentando la sua elezione a vicepresidente del Consiglio regionale della Campania.“Questa legislatura comincia in un momento drammatico nel quale non possono esistere più bandiere, ma solo senso di responsabilità e sobrietà. Chiedo che sia istituito un tavolo di confronto permanente con le opposizioni sulle tematiche legate all’emergenza sanitaria. La politica regionale deve parlare a una sola voce, per non alimentare la confusione e il disorientamento che imperano. I fatti di Napoli lo dimostranoIn tempo di guerra, per sconfiggere il nemico comune, ci si allea. Al Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca chiedo di non ergersi a uomo solo al comando e confido che la leale collaborazione istituzionale si connoti di una reciprocità che finora è mancata. Al governo nazionale abbiamo ministri, in capo al Movimento 5 Stelle, fondamentali per la ripartenza della Campania e il mio intento sarà quello di consolidare l’asse regione-governo”. “Nel mio ruolo di vicepresidente – assicura l’esponente 5 Stelle Ciarambino, il mio obiettivo principale sarà di ridurre le distanze tra le istituzioni e i cittadini: non sarò mai arroccata nel palazzo, ma per le strade, sui territori, ovunque potrò incontrare le categorie e i cittadini e portare la loro voce all’interno delle istituzioni. Vigilerò sul bilancio del Consiglio regionale al fine di garantire trasparenza e buon utilizzo delle risorse pubbliche. Valorizzerò il personale in servizio, integrando le competenze che mancano portando i giovani campani migliori a lavorare per l’assise regionale”.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.