il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Bianco Tanagro chiude in bellezza, emozioni ed applausi ad Auletta … e la vita ripate

 

Da Freedon Comunicazioni

AULETTA – Chiude in Bellezza “Bianco Tanagro” XI edizione. Hanno lasciato il segno ed

emozionato il pubblico le visite spettacolo al Castello Marchesale Maioli Castriota

Scanderbech, dove la Compagnia Teatrale “Artificio” ha proposto “I Fantasmi del

Castello”. Hanno strappato applausi a scena aperta le modelle e le coreografie

dell’evento “Eleganza e Stile”, organizzato da Marianna Lupo, sempre

nell’incantevole scenario del Castello Marchesale.

Fondamentale come sempre si è rivelato il contributo della Pro Loco di Auletta.

Grandi il coinvolgimento e gli apprezzamenti che hanno caratterizzato le attività

proposte dall’Associazione “Lo Stare Insieme”, dall'ASD “LENZA Valdianese” e

dall'Associazione “Liberiamoci”. Gli appuntamenti serali con il DJ Contest in pineta,

e con la musica popolare in piazza, hanno appassionato giovani e meno giovani. Per

il gusto e il palato il gradimento è stato assoluto, grazie alla ricca proposta eno-

gastronomica locale, che ha visto protagonista ovviamente il RE “Carciofo Bianco”.

E così tra visite guidate alla scoperta delle meraviglie di un territorio bellissimo,

laboratori dedicati allo sviluppo e alla sostenibilità ambientale, gare sportive di

pesca, concerti ed appuntamenti musicali, e degustazioni di prodotti tipici, sono

davvero volate le cinque giornate dedicate alla XI edizione di “Bianco Tanagro”.

Tutto ovviamente si è svolto all’insegna della prudenza e del rispetto delle norme di

sicurezza anti-Covid. Il successo e il gradimento, che hanno accompagnato

costantemente tutte le iniziative, premiano il coraggio dell’amministrazione

comunale di Auletta, guidata dal sindaco Pietro Pessolano, e dell’intera macchina

organizzativa che ha permesso la realizzazione dell’evento. Pienamente raggiunto

l’obiettivo di dare a tutto il territorio un concreto segnale di “ripartenza” post

pandemia.

La giornata conclusiva ha visto il suo momento clou presso il Complesso

Monumentale dello “Jesus”, altro luogo molto rappresentativo per la comunità di

Auletta, situato in posizione dominante e panoramica nel centro storico cittadino. La

location ideale, dunque, per tirare le somme della manifestazione, e per gustare le

squisite proposte “bianche” del Bar Chef Manuel Giachetta, oltre ad altre delizie

enogastronomiche che hanno avuto come comune denominatore il Carciofo Bianco.

 

2/2

 

“La bellezza declinata in tanti aspetti diversi -ha sottolineato il direttore

artistico Patrizia Laudano- è stata il filo conduttore di Bianco Tanagro XI edizione.

Certo non poteva essere una edizione come le altre, e per questo ancora di più è

enorme la nostra soddisfazione per quello che siamo riusciti a fare, in condizioni

molto difficili”.

Sono stati tanti i momenti emblematici di queste cinque giornate, che

resteranno nel cuore del sindaco Pietro Pessolano. “Le emozioni più intense -ha

spiegato il primo cittadino- sono derivate dalla gioia degli artisti che hanno potuto

tornare ad esibirsi dopo un anno e mezzo, dal fermento delle attività che grazie a

questa manifestazione sono ripartite, e dal calore del pubblico che ha potuto tornare

a vivere eventi artistici, culturali e spettacolari di alto livello. Sono certo -ha concluso

Pessolano- che i segnali dati da Auletta, in particolare la voglia di fare rete e

ripartire, rappresentano l’inizio di una rinascita vera, che tutti noi attendiamo da

troppo tempo”.

Bianco Tanagro è stato finanziato dalla Regione Campania – Agenzia Regionale

Campania Turismo, attraverso il POC 2014/20. Linea strategica “Rigenerazione

urbana, politiche per il turismo e la cultura”.

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.