il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Sindacati sindacabili.

 

di Antonio Cortese (docente)

Da più di cinquanta anni gli istituti a difesa e rappresentanza dei lavoratori incidono meno per i seguenti motivi: contrattano e vivono secondo un modus vivendi seppellito dalla storia; cioè partono dal presupposto che il mondo del lavoro sia configurato ancora nello scambio tra basi e vertici. Questo tipo d ascensore sociale è scomparso per il concretizzarsi di rapporti e dimensioni oblique e orizzontali. Non escono da uno scenario fantozziano delle mega aziende e dei cartellini da timbrare che vigono oramai solamente nell’apparato statale quando nel privato le imprese si sono moltiplicate e trasformate multiformemente. Quindi non si può più pretendere condizioni e salari a meno che non si comprenda una volta buona che tali richieste e diritti si raggiungono a patto di assunzioni di responsabilità. L’astio della parte imprenditrice deriva dalla paura del fallimento con chi sa che tra garanzie statali, pensioni e posizioni sindacali appunto, non rischia preoccupazioni che non sfiorano il cervello degli impiegati. Oggi che quest’ultimi sono maggiormente coscienti, con telefonini e web a disposizione, devono assolutamente cambiare atteggiamento se vogliono ottenere le conquiste dei paesi più avanti in merito a rdc o solari minimi, assicurazioni varie e orari smart. Bisogna saper chiedere senza pretese e dialogare positivamente. Sono inutili e non abbiamo più bisogno di sindacalisti inlivoriti, arrabbiati contro tutto e tutti, che attaccano i giornalisti accusandoli di negligenza professionale a danno della completa informazione e che non fanno altro che aumentare barriere tra caste e classi. La burocrazia da scardinare sta proprio sui tavoli sindacali privi di flessibilità perché trattano il mondo dei lavoratori ancora come agglomerati in fabbriche, quelle poche a traino fino agli anni 70, ma oggi da allora il terziario è fatto di migliaia di piccole aziende per non parlare delle produzioni immateriali e di servizi. Per ciò le aziende di collocamento privato come Accenture, Adecco fino alle offerte sui social si sono sviluppate al ribasso salariale, poiché assicurano meno ma immediatamente senza graduatorie, attese e propedeuticita’ anacronistiche. E molto probabilmente con meno corruzione e nepotismi.

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.