il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

New York: Nicola Femminella, uomo dell’anno

Il prestigioso titolo newyorchese di fine giugno allo stimato professionista sassanese

Sassano-New York – Dal Vallo di Diano a New Yor ormai il passo è brevissimo così come è prestigioso il titolo, simbolico finchè si vuole, che ogni anno un’esperta giuria statunitense assegna ad un cittadino della Regione Campania. A fine Giugno,  con il suo ultimo e piccolo capolavoro  letterario  “ I Cavalieri con la valigia di Cartone”, il prof. Nicola Femminella (noto esperto di lettura strumentale e comprensione del testo), presentato in anteprima a Glen Cove ( cittadina nell’interland di New York che è gemellata con Sassano) nello Stato di New York, nel Club dei Sassanesi d’America, i Sassanesi in primis e i campani poi,  lo hanno eletto “uomo dell’anno 2011″. Orgogliosi e fieri di un conterraneo che ha saputo «esportare» un’immagine innovativa e dinamica del loro paese, dedica dogli intere pagine  giornali e premi. Nel suo libro, scritto con un linguaggio semplice e lineare, che ricalca il parlato e a volte, anche  il dialetto comune, che contribuisce a trasmettere un senso di emozione che ben si concilia con le vicende raccontate. Il professore Femminella, da grande esperto comunicatore, ha voluto omaggiare quella parte degli italiani e Sassanesi in particolar modo, che hanno dato onore e lustro all’Italia, perché l’Italia, non è solo mafia, camorra e malavita. “Tra il 1871 e il 1970, un secolo esatto- ha affermato il professore –  27.416.630 di italiani (un’altra mezza Italia)  hanno varcato i confini esteri; di questi 6.124.000  per gli Stati Uniti e il Canada. La Campania  è stata una delle regioni con il più alto indice di emiigrati. Il Vallo di Diano, ha contribuito con una cifra notevole. Qualcuno all’estero ha trovato benessere e successo, per altri la vita è continuata ad essere difficile, come racconto nel libro i lavori più umili. Tutti però mantengono un forte il legame con la loro terra nativa. Un legame reso ancor più dolce dai ricordi e da una mai cancellata nostalgia… per questo ho ricevuto  un importante tributo di affetto da parte della comunità italo-americana”. Il  gala di premiazione  si è tenuto nella lussuosa Sala del Ristorante “Verd’s” di Glen Cove,  erano presenti anche la “Federazione delle Associazioni della Campania – USA”, che raggruppa oltre 50 club negli Stati Uniti e dei rappresentanti della diplomazia italiana di New York e del New  Jersey. Visto il grande successo e accoglienza riservata al professore, Giovedì 29 Giugno, il console generale di New York Francesco Maria Talò e il console aggiunto Marco Alberti, hanno onorato l’autore con un’udienza privata nel loro consolato, omaggiando con un piccolo riconoscimento.  “….l’America… è un’esperienza unica al mondo che ci rende ancora più fieri di essere campani e salernitani…» ha concluso commosso il Prof. Femminella. Per noi, italiani del Vallo di Diano, la presentazione del libro è prevista il 17 Agosto a Sassano, nel giorno della “Festa dell’emigrante..”.

MICHELE D’ALESSIO

 

1 Commento

  1. Grazie per il tuo viaggio entusiasmante, dove hai dato voce a tante persone, hai dato colore a tante luci e hai dato passione alla ricerca delle tue radici.
    Anche tu come “un cavaliere con una valigia di cartone” sei andato in luoghi lontani ad esplorare, vedere, sentire, assaporare e odorare profumi e cogliere sensazioni che ci hai offerto con grande generosità, come sempre! Con la tua curiosità e intelligenzahai scovato ricordi e rievocato emozioni nascoste, nei nidi
    custoditi dell’albero della vita di persone che hanno la fortuna di conoscerti!
    Un saluto Francesco Corvino

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.