il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Consulenti Lavoro: crisi d’impresa e licenziamenti

Maddalena Mascolo

SALERNO – Non c’è da meravigliarsi, quando le giornate di formazione vengono organizzate nel migliore dei modi si registra sempre una notevole partecipazione. Ciò che accade, da molto tempo, per gli appuntamenti della “formazione continua obbligatoria” prevista per gli iscritti all’Ordine Provinciale dei Consulenti del Lavoro è storia ormai consolidata, ma è anche un chiaro messaggio di insegnamento a tutte quelle altre categorie professionali che pur facendo registrare numeri di partecipazione abbastanza alti devono prendere atto che quei numeri alti sono soltanto registrati sulla carta. Difatti molto spesso accade che messa la firma, presa la presenza, un po’ alla volta si svicola e si va via, in barba ad ogni raccomandazione circa l’utilità della formazione.

            Per i Consulenti del Lavoro, come dicevo, il discorso è profondamente diverso; quella dei Consulenti è una categoria che da molti anni è stata abituata, con specifici e diretti messaggi culturali, che la formazione è uno degli elementi fondanti e fondamentali di una professione che va acquisendo sempre più spessore professionale con il passare del tempo. Tutto ciò è dovuto all’impegno, alla professionalità ed alla passione con cui il presidente provinciale dr. Carlo Zinno sta continuando e migliorando il lavoro paziente e capillare iniziato dal suo predecessore cav. Alberico Capaldo tantissimi anni fa.

            Dopo alcuni mesi di sosta, dovuta al trasloco degli uffici provinciali nella nuova sede di Via Sabato Visco n. 20 di Salerno, venerdì 29 marzo scorso sono ripresi gli appuntamenti della formazione per i consulenti con un convegno molto importante dal titolo “Crisi d’impresa e licenziamentinei saloni del Mediterranea Hotel  di Salerno. Un pienone eccezionale di consulenti ha accompagnato i lavori dell’intera mattinata; l’attenzione dei presenti è stata vivissima dal primo all’ultimo minuto (grazie anche alla qualità tecnico-professionale dei relatori) dei lavori che sono stati seguiti e impreziositi, badate bene, fino all’ultimo anche dalla presenza molto attiva della dott.ssa Iolanda Santoro che è una delle dirigenti di maggiore spicco dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro e che è stata accompagnata, per un lungo tratto, anche dalla dott.ssa Rosalba De Chiara dello stesso Ispettorato. Questo nel segno che, come dicevo, quando le cose sono ben organizzate riescono ad elevare l’attenzione di tutti.

            I lavori come al solito sono stati aperti dal dr. Carlo Zinno (presidente provinciale dell’ordine) e dal dr. Alessandro D’Amico (presidente nazionale di Unica Formazione.

            Sul tema importantissimo e sensibilissimo della crisi d’impresa e dei licenziamenti hanno svolto le loro rispettive relazioni che hanno riscosso consensi e partecipazione molto positive da parte di tutti i consulenti presenti.:

  • Giovanni Ambrosio (avvocato giuslavorista specializzato in diritto del lavoro – sindacale e della previdenza sociale, presso l’università Sapienza di Roma) su “Licenziamenti per inidoneità”;
  • Luigi Vitale (responsabile tecnico formazione e-learning unica formazione) su “La formazione Fad per i consulenti del lavoro: istruzioni operative e modalità d’uso”;
  • Lorenzo Ioele (ordinario di diritto del lavoro e della previdenza sociale presso l’università di Fisciano) su “Liquidazione giudiziale dell’impresa e rapporti di lavoro subordinato”;
  • Pasquale Visconti (avvocato, consigliere dell’ordine forense di Salerno) su “Giusta causa di licenziamento: quali fattispecie ?”;
  • Roberto Tempesta (avvocato, consulente del lavoro, componente del consiglio nazionale di disciplina dei consulenti del lavoro) su “Mercato del lavoro e legalità: il ruolo del consulente”.

            Uno spaccato di viva commozione ha attraversato tutta la sala congressi del Mediterranea Hotel quando, a lavori già iniziati, è giunto in sala l’ex presidente-ottuagenario Alberico Capaldo che con passo lento ma deciso ha attraversato il lungo corridoio di applausi a scena aperta ed è stato accolto dall’abbraccio sincero, commosso ed affettuoso del presidente in carica Carlo Zinno. Anche in questo c’è tutta la differenza dei Consulenti del Lavoro dagli altri Ordini professionali.          

            L’organizzazione dell’evento è stata assicurata dal comitato tecnico-scientifico composto da: Rosa Parisi (Consigliere Segretario dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Salerno), Stefania Piscopo (Componente Collegio Revisori dei Conti del Consiglio Provinciale Ordine dei Consulenti del Lavoro di Salerno); Giuseppe De Chiara (Presidente Collegio Revisori dei Conti del Consiglio Provinciale Ordine dei Consulenti del Lavoro di Salerno), Alfonso Izzo (Consigliere dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Salerno); oltre ovviamente al lavoro preciso e puntuale formalizzato dietro le quinte dai dipendenti Giulia e Salvatore.

            L’attività organizzativa dei Consulenti del Lavoro è proseguita, poi, nel pomeriggio con la seconda lezione riservata agli aspiranti consulenti; il tutto è avvenuto nella nuova sede dell’ordine arredata di tutto punto e con un elevato standard di modernità.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.