il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Presentati nove progetti di nuove startup nella giornata finale di “Scegli te stesso”, l’iniziativa dei giovani soci di Banca Campania Centro.

da Frranco Poeta

Domenica venti ottobre, presso la Sala Soci di Banca Campania Centro, alla presenza del Consiglio di Amministrazione, i Giovani Soci del sodalizio con sede a Battipaglia, hanno presentato nove progetti di startup a cui hanno lavorato negli ultimi mesi insieme ad alcuni tutor messi a disposizione dalla banca. Un lavoro proficuo e che ha portato i ragazzi a presentare veri e propri modelli di business.

Lo scopo di “Scegli te stesso” era quello di consentire ai giovani partecipanti di acquisire i mezzi per avere maggiore consapevolezza di sé e di cominciare a lavorare su progetti che gli permettessero di creare occupazione per loro stessi e per altri ragazzi, combattendo quella fuga di cervelli che ha depauperato la nostra terra di giovani vogliosi ma impossibilitati ad esprimersi al meglio. Con “Scegli te stesso”, sono nati nove progetti che porteranno occupazione e che hanno confermato la vicinanza di Banca Campania Centro verso i propri giovani. Una vicinanza sottolineata anche dal vicepresidente vicario della cooperativa di credito, Camillo Catarozzo che, durante il suo intervento, si è mostrato orgoglioso e contento di quanto fatto dai ragazzi.

Siamo orgogliosi di come avete lavorato – ha affermato il vicepresidente vicario di Banca Campania Centro, Camillo Catarozzo, rivolgendosi ai giovani aspiranti imprenditori – Avete dimostrato che, facendo sistema, nulla è impossibile. Siete la prova che cooperando si vince”. Il vicepresidente ha poi voluto lanciare un messaggio ai ragazzi: “Non perdete mai la curiosità. Siate sempre propositivi e ricordatevi che avrete sempre al vostro fianco la cooperativa di credito. Dialogate sempre con noi”.

Questo l’elenco dei progetti presentati e dei giovani che li hanno preparati:

1)      Antonio Abate e Francesco Stella: un progetto di comunicazione “Kairòs Broad Now”;

2)      Valentino Tafuri e Daniele Palo: progetto “Cilentina”, per il delivery di un nuovo modo di esportare la speciale pizza cilentana;

3)      Angelo Zoppi e Emma Carrafiello: “Conscienza”, start-up di consulenza ambientale;

4)      Nadia La Brocca: progetto di economia circolare “Sinergie Circolari”;

5)      Antonia Checchia, Rodolfo Latorraca, Stella d’Uva: Discovering.com, progetto di valorizzazione turistica;

6)      Annamaria Bovi, Francesca Pia Cerasuolo: “Qua la zampa!” Progetto a sfondo sociale per risolvere il problema del randagismo;

7)      Annamaria Oteri, Stefania Capone: Wo-Man, una società benefit per operare sulla parità di trattamento di genere tra uomo e donna e offrire strumenti di tutela e sensibilizzazione;

8)      Giovanni Iannaccone: Nuove opportunità di economia circolare per la valorizzazione e conversione di scarti agroalimentari in prodotti innovativi bio

9)      Vincenzo Citro: progetto di innovazione sulla produzione dei formaggi di bufala: “Omaggio al formaggio”

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.