il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Banca Campania Centro: parte la nuova banca di Catarozzo

 

La redazione

dr. Camillo Catarozzo, presidente Banca Campania Centro

BATTIPAGLIA – E’ partita giovedì mattina 16 luglio scorso la “nuova banca” che da qualche settimana fa capo al presidente dr. Camillo Catarozzo dopo la scomparsa del compianto Silvio Petrone.

La Banca Campania Centro, quindi, si ripropone e si rilancia in un mercato magmatico come quello della grande economia del Paese che riflette quella internazionale e mondiale.

E’ un momento importante, innanzitutto perché il passaggio di testimone in qualunque Ente diventa una riflessione continua. A maggior ragione nella Banca Campania Centro dove ho raccolto una pesantissima eredità dal presidente per antonomasia, Silvio Petrone, con il quale ho lavorato fianco a fianco per molti anni. Il solco da lui tracciato e scavato sarà la mia linea guida, e se possibile saremo ancora più vicino alla gente, alle comunità, alle famiglie e alle piccole imprese. Proprio come Petrone ha dimostrato che è possibile fare nel periodo dell’emergenza sanitaria” ha affermato, tra le altre cose, il neo presidente Camillo Catarozzo che non ha lasciato cadere l’ipotesi di intervenire come banca in altre attività produttive e logistiche, non escluso un massiccio investimento per l’acquisizione dei suoli dell’ex interporto che di recente l’ASI ha destinato proprio a investimenti sulla logistica industriale e commerciale.

Gli ha fatto eco il direttore della BCC, dr. Fausto Salvati che ha dichiarato: “Dopo le prime difficoltà causate dal Covid, sempre su ispirazione di Petrone, abbiamo avviato le attività a sostegno delle famiglie ed abbiamo ricevuto ben 1.294 richieste di sospensione dei mutui e ne abbiamo già esaminate 926 per un ammontare di 18milioni di euro”.

dr. Fausto Salvati, direttore generale Banca Campania Centro

Ad affiancare i due massimi dirigenti della Banca Campania Centro saranno schierati:

Consiglieri di amministrazione: Carlo Crudele, Matteo D’Angelo, Antonio Avallone, Pierpaolo barone, Giuseppe Caputo, Federico Del Grosso, Amabile Guzzo e Rossella Montoro.

Comitato Esecutivo: Federico Del Grosso, Giuseppe Caputo, Antonio Avallone, Carlo Crudele e Rossella Momntoro.

Collegio sindacale: Gerardino Metallo, Marianna Fiocco, Ornella Oropallo, Raffaella messina, Ernesto Verza.

Collegio probiviri: Andrea Della Peruta, Mario Bonito Oliva, Roberto ceci, Piwerfilippo Verzaro e Stefano Trombani.

Tutti insieme dovranno gestire 0.300 soci, 35mila clienti; e ben 26 sportelli in 44 comuni di competenza con 170 dipendenti.

Al 31 dicembre 2019 la raccolta diretta ha raggiunto 637.853.247 milioni di euro; raccolta indiretta pari a 87.379.375 milioni di euro; per un impiego netto a clientela pari a 344.546.716 milioni di euro; e con un patrimonio netto di 116.891.333 milioni di euro.

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.