il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

COVID- 19 :ULTERIORI MISURE PER LA PREVENZIONE PER I COMUNI DI ARIANO IRPINO (AV), SALA CONSILINA, CAGGIANO, POLLA E ATENA LUCANA (SA)

 

Dr. Pietro Cusati

(Segr. Ass. Giornalisti Amici del Vallo di Diano)

Il governatore Vincenzo De Luca mentre esterna tutta la sua rabbia, in diretta tv, per le violazioni commesse a Sala Consilina, Polla, Caggiano e Atena Lucana

NAPOLI, 15 MARZO 2020 – Quarantena per cinque Comuni. Il Governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca, tenuto conto del numero dei contagiati dal COVID 19, per i cittadini coinvolti, ha emesso due ordinanze la n. 17 e la n. 18 nella stessa giornata di domenica 15 marzo 2020, pubblicate nel BURC, relative a ulteriori disposizioni per i Comuni di Ariano Irpino (AV) e di Sala Consilina, Caggiano, Polla e Atena Lucana in provincia di Salerno.  Ferme restando le misure statali e  regionali i di contenimento del rischio di diffusione del virus già vigenti, a decorrere dal giorno 15 marzo 2020 e fino al 31 marzo 2020, con riferimento ai Comuni di Ariano Irpino(AV),Sala Consilina, Caggiano, Polla e Atena Lucana (SA) sono adottate  ulteriori misure: divieto di allontanamento dal territorio comunale da parte di tutti gli individui ivi presenti; divieto di accesso nel territorio comunale; sospensione delle attività degli uffici pubblici, fatta salva l’erogazione dei servizi essenziali e di pubblica utilità.

E’ fatta salva la possibilità di transito in ingresso e in uscita dal territorio comunale da parte degli operatori sanitari e socio-sanitari, del personale impegnato nei controlli e nell’assistenza alle attività relative all’emergenza nonché degli esercenti le attività consentite sul territorio e quelle strettamente strumentali alle stesse, con obbligo di utilizzo di dispositivi di protezione individuale.

E’ comunque consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. Salvo che il fatto costituisca più grave reato, il mancato rispetto degli obblighi, è punito, ai sensi dell’art.650 del codice penale, con l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a duecentosei euro.

La decisione di mettere in quarantena i 4 Comuni a sud della Provincia di Salerno – ha detto il Presidente della Regione – è la conseguenza di due iniziative messe in campo ad Atena Lucana e Sala Consilina, in violazione a ordinanze già in essere, i membri di una comunità, dopo aver dato vita a una loro cerimonia, hanno bevuto tutti dallo stesso calice, ritenendo forse di compiere un gesto mistico. Ho dato mandato all’Asl di procedere alla denuncia penale di quanti hanno promosso o partecipato a questa iniziativa per il danno enorme che hanno prodotto sulla pelle di cittadini,  di medici e infermieri impegnati all’ultimo respiro nella battaglia contro la diffusione del contagio’’.

Secondo il Presidente della Regione Campania sono 16 i casi positivi nel Vallo di Diano, così distribuiti: 11 a Sala Consilina, 3 a Caggiano, 1 a Polla, 1 a Atena Lucana (SA) e 12 nel Comune di Ariano Irpino (AV).

In relazione alla messa in quarantena di Ariano Irpino  l’Asl di Avellino è impegnata  a sviluppare un’attività di monitoraggio e controllo intensa e straordinaria per i prossimi 15 giorni nei comuni vicini.

2 Commenti

  1. “L’Ordine dei Giornalisti della Campania è al fianco di tutti i colleghi che in questi giorni e in queste ore stanno lavorando in condizioni di estrema difficoltà”.
    Così il Presidente dell’Ordine Ottavio Lucarelli in merito ai difficili giorni che i cittadini stanno vivendo a causa dell’emergenza Coronavirus.
    “Siamo vicini ai giornalisti di Ariano Irpino, Polla, Caggiano, Atena Lucana e Sala Consilina, cinque città da ieri in quarantena, e a tutti i colleghi impegnati nelle altre aree della regione lavorando senza sosta in strada, negli ospedali, nelle redazioni, negli uffici stampa per informare costantemente la nostra popolazione. L’Informazione è centrale nella lotta al virus e i giornalisti della Campania sono in campo giorno e notte con un impegno intenso e grande professionalità”.

  2. Giunta Regionale della Campania
    Il Presidente
    Chiarimento n. 8 del 17 marzo 2020.
    Con riferimento all’Ordinanza n. 18 del 15 marzo 2020 (Ulteriori misure per la prevenzione e
    gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019. Ordinanza ai sensi dell’art. 32, comma 3,
    della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica.- Disposizioni relative ai
    Comuni di Sala Consilina, Caggiano, Polla e Atena Lucana (SA), si forniscono i seguenti chiarimenti:
    Ai sensi della citata Ordinanza, in entrata e in uscita dai singoli territori comunali interessati risulta
    consentito il solo transito necessario allo svolgimento delle attività riferite a servizi pubblici essenziali,
    sanitarie o aventi ad oggetto la vendita di generi alimentari o di prima necessità, come individuati dal
    DPCM 11 marzo 2020, limitatamente alle presenze che risultino strettamente indispensabili allo
    svolgimento di dette attività e a quelle di pulizia dei relativi locali.
    Sono altresì consentiti, nei termini di cui innanzi, gli spostamenti del personale impegnato nel
    rifornimento e/o approvvigionamento necessario alle dette attività.
    Alle attività sopra individuate sono equiparate, sulla base dei provvedimenti statali adottati in materia,
    quelle concernenti la produzione o la distribuzione di generi alimentari, rientranti nella filiera della
    trasformazione agroalimentare.
    E’ in ogni caso fatto salvo l’obbligo di utilizzo di dispositivi di protezione individuale.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.